facebook rss

Ciclista trovato esanime a terra:
è ricoverato in gravissime condizioni

MONSANO - Il 70enne è stato rinvenuto esanime a terra davanti allo stabilimento Baldi Carni. Soccorso dai sanitari e carabinieri, è stato trasferito a Torrette in eliambulanza. E' in prognosi riservata
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri intervenuti in via della Barchetta

 

 

Allarme questa mattina verso le 10,30 in via della Barchetta, tra Jesi e Monsano, davanti allo stabilimento “Baldi Carni” per un ciclista amatoriale trovato esanime a terra. La bicicletta da corsa in sella alla quale stava pedalando, poco distante da lui. L’uomo, 70enne di Ancona, non aveva documenti con sé, indossava il caschetto di protezione ma era privo di sensi. A lanciare l’allarme è stato il coordinamento provinciale della Protezione civile Lorenzo Mazzieri, che stava andando a fare un servizio al magazzino alimentare con sede a Monsano e si è imbattuto nel ferito steso a terra. «Era privo di sensi, non respirava bene – ha detto Mazzieri – temevo che non ce la facesse. Ho chiamato il 118, polizia e carabinieri oltre ai miei collaboratori della Protezione civile di Monsano che sono intervenuti per coadiuvare le operazioni». Sul posto sono arrivati i soccorritori dell’automedica del 118 di Jesi con l’ambulanza della Croce verde di Jesi e, date le condizioni del ferito apparse subito molto gravi, è stata anche allertata l’eliambulanza Icaro02 dall’ospedale di Fabriano. L’elicottero è atterrato nelle vicinanze. Il ferito è stato stabilizzato sul posto e poi ancora in ambulanza, con cui è stato trasferito in codice rosso  al pronto soccorso dell’ospedale regionale, dove è stato sottoposto a tutti gli accertamenti sanitari compreso l’esame radiografico Tac per scongiurare la presenza di eventuali traumi interni. Nella caduta il ciclista ha riportato un trauma cranico commotivo e policontusioni. Le sue condizioni sono al momento molto gravi. La prognosi è riservata. Sul posto anche due pattuglie dei Carabinieri della Compagnia di Jesi che hanno effettuato i rilievi di legge e che dovranno ricostruire la dinamica dell’incidente: non è chiaro infatti se si tratti di un malore che ha colto l’uomo mentre stava pedalando, oppure se il poveretto sia stato investito (o inavvertitamente urtato) da un mezzo pesante in transito che non si sarebbe fermato. Indagini in corso.
tafre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X