facebook rss

Viola la sorveglianza speciale:
arrestato nel rientro dall’Umbria

FABRIANO – Il giovane con l’obbligo di dimora nella città della carta è stato controllato dai poliziotti appena dopo il passaggio in territorio marchigiano. Viaggiava con altre 2 persone in un’auto con quasi un grammo di eroina
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

 

Arrestato ai confini con l’Umbria per aver violato la sorveglianza speciale. Nell’ambito dell’attività del controllo del territorio personale delle Volanti del Commissariato di Ps di Fabriano ha proceduto al controllo di un giovane che transitava insieme ad altre due persone sulla statale 76. Aggancianti appena dopo il passaggio in territorio marchigiano provenienti dall’Umbria, i tre sono stati identificati e il giovane seduto sul sedile posteriore immediatamente è risultato già conosciuto agli agenti. Il giovane, noto come assuntore di stupefacenti e pregiudicato per reati vari, dai controlli effettuati è risultato sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel Comune di Fabriano. Inoltre dalla successiva perquisizione personale e del veicolo, i poliziotti hanno rinvenuto quasi un grammo di eroina. Pertanto il ragazzo è stato arrestato e ristretto, su disposizione del magistrato, ai domiciliari. I due accompagnatori del giovane sono stati sanzionati per la violazione della normativa finalizzata a prevenire il contagio da Covid, dato che si erano portati in altra regione violando le disposizioni vigenti (comprovati motivi di lavoro, salute o urgente necessità secondo  i provvedimenti governativi e visita ai congiunti tra Marche e Umbria secondo il recente decreto regionale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X