facebook rss

Riaprono i giochi per i bimbi
Via libera agli sport di contatto

ANCONA - La sindaca Mancinelli ha firmato una nuova ordinanza che disciplina accessi e fruizione di parchi, aree verdi e litorale. Le attività sono consentite a patto che vengano rispettate le misure anti-Covid in vigore. Multe per i trasgressori
Print Friendly, PDF & Email

I giochi del Passetto

 

 

Sì alla riapertura dei giochi per bimbi nei parchi e disco verde per gli sport di contatto. La sindaca Valeria Mancinelli ha firmato oggi una nuova ordinanza – che abroga le precedenti – per disciplinare accessi e fruizione di aree verdi e spiagge.
È consentito l’accesso ai parchi e alle aree verdi pubbliche presenti nel territorio comunale, dalle 7,30 alle 20,30; mentre restano off limits nelle ore notturne. Accesso comunque subordinato «al rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro», si legge nel documento. Inoltre, «nei parchi e aree verdi pubbliche è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini, accompagnati da familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, nel rispetto delle linee guida del dipartimento per le politiche della famiglia: si raccomanda di impiegare la mascherina di protezione delle vie aeree (da parte di genitori o accompagnatori e da parte dei bambini e ragazzi sopra i 6 anni di età). È vietato – prosegue l’articolato – l’accesso nei seguenti casi: soggetto con temperatura corporea superiore a 37,5°; soggetto con presenza di sintomi influenzali; soggetto sottoposto alla misura della quarantena con provvedimento dell’autorità sanitaria perché risultato positivo al Covid-19;  soggetto proveniente da area individuata come focolaio epidemico dal Ministero della Salute». È consentito infine «svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, purché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività, salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti». Per le spiagge di Torrette, Collemarino e Palombina, nelle aree comprese tra il colle Guasco e il territorio comunale al confine con Falconara, l’accesso è vietato alle stesse categorie di soggetti elencate per i parchi, è condizionato al rispetto delle prescrizioni (mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; lavaggio frequente delle mani con prodotti igienizzanti a base alcolica anche da parte dei bambini; starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle secrezioni respiratorie con le mani e la loro dispersione nell’acqua del mare; uso di un telo di copertura sul lettino o sdraio utilizzato; distanziamento minimo tra gli ombrelloni di metri 3,5 e di metri 2 tra teli mare pagina 4 di 5 e/o lettini) e resta in vigore il divieto di «stazionamento con assembramento di più persone diverse da familiari conviventi» dalle 21 alle 6 del giorno successivo.

Foto d’archivio

L’ordinanza stabilisce inoltre che «nei tratti di litorale non sono consentite attività ludico-sportive di gruppo che possano dar luogo ad assembramenti», ma «è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività, salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti». È permesso anche lo svolgimento degli sport di contatto, «in ambiti perimetrati o dedicati, in relazione alla DPRG Marche che ha accertato la compatibilità delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei territori, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo Sport. Sono comunque fatti salvi i divieti di assembramento durante lo svolgimento delle attività sportive». Con particolare riguardo agli accessi pedonali alle spiagge, nel litorale Torrette – Collemarino e Palombina, è obbligatorio «l’uso a senso unico dei seguenti accessi: sottopasso ferroviario presso piazzale Romita, percorribile dalla spiaggia verso via Flaminia, sottopasso ferroviario di via Flaminia davanti al civico 393, percorribile da via Flaminia verso la spiaggia, sottopasso ferroviario di via Flaminia davanti al civico 399, percorribile dalla spiaggia verso via Flaminia. Tale disposizione consente nei sottopassi il rispetto delle distanze di sicurezza interpersonali. Il ponte di legno di Collemarino, i ponti di cemento e di ferro di Palombina, così come il sottopasso della fermata ferroviaria di Torrette sono invece percorribili in entrambe le direzioni. «È fatto obbligo a chiunque – puntualizza il documento – di osservare le disposizioni contenute nella presente ordinanza: ai contravventori, salvo che il fatto non costituisca reato, sono irrogate le sanzioni amministrative. Con finalità di presidio delle spiagge oggetto della presente ordinanza, saranno impiegati operatori appositamente dedicati. La polizia locale del Comune e le forze di polizia sono incaricate di vigilare e di assumere iniziative sanzionatorie nel caso di inosservanza».

Orari degli esercizi commerciali e competizioni sportive: nuovo decreto della Regione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X