facebook rss

Nozze esclusive sull’area archeologica
o alla vecchia miniera di Cabernardi:
adesso a Sassoferrato si può

WEDDING - Il consiglio comunale ha licenziato il nuovo regolamento che permette la celebrazione dei matrimoni civili e delle unioni civili in nuove location all'aperto oltre che sulle rocche
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Se a Sirolo ci si può sposare in riva al mare, a Genga e Camerano nelle grotte, e a Fabriano al teatro Gentile, ora a Sassoferrato è possibile pronunciare il fatidico sì, oltre che nelle antiche rocche, anche all’aperto sull’area archeologica Sentinum o al Parco della vecchia miniera di zolfo di Cabernardi. Con delibera del Consiglio comunale 31/2020 è stato approvato il nuovo Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili e la costituzione delle unioni civili del Comune di Sassoferrato, disponibile anche nella home page del sito www.comune.sassoferrato.an.it – Servizi Demografici – Stato Civile. Una delle novità principali introdotte dal testo normativo di che trattasi consiste nella possibilità, per gli interessati che ne facciano richiesta, di poter celebrare la propria unione, oltre che all’interno del palazzo comunale, in una delle nuove location quali il Parco archeologico di Sentinum, il Chiostro e l’Auditorium del Palazzo degli Scalzi, il Parco della Rocca di Albornoz, il Parco Archeominerario di Cabernardi, la Rocca di Rotondo e Piazza Matteotti. «I luoghi individuati sono da considerarsi non solo di indiscutibile pregio, storico e artistico, ma anche di assoluto fascino e potranno, da qui in avanti, fare da cornice ad uno dei momenti più importanti nella vita delle coppie che sceglieranno di celebrare la propria unione nel Comune di Sassoferrato. – fa sapere in una nota il sindaco Maurizio Greci – L’Amministrazione comunale ha inteso, in questo modo, proseguire nella propria azione di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale di Sassoferrato, rendendolo fruibile e godibile ad una sempre più vasta platea di persone, affinché i cosiddetti luoghi della storia possano diventare anche, per qualcuno, i luoghi del cuore».

Matrimoni, gli operatori alla Regione: «Un tavolo di confronto per ripartire»

‘Wedding in the cave’, un progetto per sposarsi nelle grotte di Camerano

Fiori d’arancio nelle grotte, Frasassi apre ai matrimoni

Matrimonio civile in riva al mare: a Sirolo si può

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X