facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Lucia Mascino premiata
come «miglior attrice della stagione»

IL RICONOSCIMENTO nel corso del festival 'Ugo Pari 30' organizzato dai figli di Tognazzi per ricordare il padre nel trentennale della scomparsa. L'anconetana: «Onorata, emozionata e felice»
Print Friendly, PDF & Email

Lucia Mascino con il premio (foto Fb)

 

Miglior attrice della stagione. Il premio a Lucia Mascino, attrice anconetana, ritirato ieri nel corso della serata conclusiva del festival ‘Ugo Pari 30’, ideato dai figli di Tognazzi per ricordare il padre nel trentennale della scomparsa. Il riconoscimento è stato consegnato  a Torvaianica, teatro della kermesse dove sono stati premiati anche Michele Placido e Alessandro Haber. Quest’anno, la Mascino si è divisa tra tv, cinema e teatro. A gennaio è tornata protagonista, nei panni del commissario Vittoria Fusco, della serie I Delitti del Barlume, accanto a Filippo Timi e Stefano Fresi. E’ stata sul grande schermo con la pellicola Odio L’Estate di Massimo Venier. In autunno sarà nella sua Ancona, al Teatro delle Muse, con lo spettacolo Passeggiata di Salute, diretta da Giuseppe Piccioni. Al suo fianco, ormai consolidato compagno di avventure, ci sarà Filippo Timi (i due sono co-protagonisti anche del film Favola). La gioia dell’attrice esplosa sui social dopo la consegna del premio nel corso del festival indetto per celebrare Ugo Tognazzi: «Onorata, emozionata e felice. Succedono cose che non ti aspetti mentre magari ne stavi cercando altre. Succede che ieri Maria Sole Gianmarco e Ricky Tognazzi per la ricorrenza dei 30 anni dalla scomparsa del loro papà’ Ugo Tognazzi, l’attore più libero del suo tempo e in fondo anche di questo, mi hanno consegnato un premio che porta il suo nome. E’ stata la prima edizione di questo premio che non ha due menzioni per attore e attrice ma uno soltanto e quindi ancora di più incredibile riceverlo. Per ricordarmi che piano piano ma anche all’improvviso accadano cose che non ti aspettavi mentre cercavi altro e che riconoscono il passato ma sono un segno per il futuro. E come se non bastasse questo premio l’ho ricevuto per mano di Ivan (Cotroneo), il regista che mi ha dato per primo un ruolo da protagonista in una serie brillante come la Mamma imperfetta e sul palco e’ salito con Filippo (Timi), con cui condivido da 23 anni il percorso artistico (e di amicizia). Per questo bellissimo premio ringrazio Maria Sole, Ricky e Gian Marco Tognazzi; e ringrazio poi dentro di me alcune persone che mi sono state vicine e che di questo cammino sono state la strada, il cielo, gli alberi, l’orizzonte, la mano che sostiene la salita e pure quella da stringere poco prima di fare un salto un po’ più in là. Grazie grazie grazie in fade out…».

(fe.ser)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X