facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

L’annuncio video di Sergio Muniz:
«Sarò a Sarnano per un paio di giorni,
sono molto curioso e non vedo l’ora»

MUSICA - L'attore, cantautore e modello spagnolo terrà uno spettacolo live, venerdì alle 21,30 al Campo sportivo della Vittoria. L’intervista rilasciata a Cronache Fermane.
Print Friendly, PDF & Email

 

di Maria Vittoria Mori

«Care amiche e amici, vi annuncio che il 28 agosto sarò con la mia band nelle Marche, in uno dei borghi più belli d’Italia, esattamente a Sarnano, nel cuore dei Monti Sibillini, quelli che Leopardi chiamava i Monti Azzurri. Sarò a Sarnano per un paio di giorni, anche per rilassarmi un po’ e ammirare le bellezze. Sono davvero molto curioso di percorrere, per esempio, la suggestiva via delle cascate perdute. Non vedo l’ora. E visitare le terme. Mi raccomando, se siete lì, vi aspetto il 28 agosto al Campo sportivo della Vittoria».

sergio-muniz

L’annuncio video di Sergio Muniz

Con questo messaggio video, il cantante e attore spagnolo Sergi Muniz annuncia la sua presenza a Sarnano e il suo spettacolo live. Ecco l’intervista rilasciata a Cronache Fermane.

 

Sergio Muniz, passione per la musica e per la recitazione. Si sente più attore o musicista?

«La carriera da attore è terminata ormai anni fa, mentre la musica è ed è rimasta solo una mia grande passione. Le mie canzoni sono poche e probabilmente poco conosciute, quindi nello spettacolo di venerdì a Sarnano mi diletterò molto nel riproporre cover di musica pop, rock e latina. Gli attori hanno bisogno di saper fare più cose nel campo dell’arte, sia essa musica, canto o recitazione. Ci sono molti attori che sono anche musicisti e molti musicisti che sono anche attori: uno dei casi più eclatanti, Jared Leto, attore, cantautore e musicista statunitense. Musica e recitazione sono modi complementari di comunicare ed esprimere emozioni. Io direi che vanno a braccetto. Un attore non può non essere solleticato dall’arte musicale».

 

Riesce a conciliare le passioni o alterna musica, teatro e televisione?

«La carriera televisiva non esiste da più di 7 anni, ora prediligo teatro e musical. La televisione non mi permetteva di crescere tanto quanto mi ha consentito il teatro, cosa di cui sentivo il bisogno. In televisione mi avevano dato ruoli da protagonista fin da subito, con il teatro ho capito che prima bisogna fare un po’ di gavetta per crescere professionalmente. In ogni caso negli ultimi mesi in cui siamo stati in lockdown, non ho dovuto conciliare niente» (scherza, ndr).

 

Il suo esordio come cantante fu nel 2009, con il singolo “La Mar”. Come strumentista come se la cava?

«Mi diletto con qualche strumento. Suono la chitarra e l’ukulele, che mi servono per scrivere le canzoni. Ogni tanto provo a suonare qualcosa con la tastiera, ma non mi spingo oltre un paio di accordi».  

 

Cosa pensa della nostra regione? È mai stato qui?

«Le Marche le ho conosciute e vissute abbastanza. Ormai sono 20 anni che vivo in Italia e che viaggio in questo Paese. Sono stato spesso nelle Marche e ho molti amici qui. Le ho girate dal monte Conero a Sarnano, tutta la costa e l’interno. I paesaggi sono bellissimi».

 

Cosa la porta a suonare proprio a Sarnano?

«È Sarnano che ha scelto me. Ho molti amici nelle zone e sono stato altre volte in questa città. Sono felice che dopo la cancellazione delle date a causa del lockdown riusciamo a tenere qui la prima serata. Mi mette ansia e mi fa piacere sapere che ci sarà molta gente e spero di riuscire a dare al pubblico di Sarnano ciò che merita».

 

WhatsApp-Image-2020-08-24-at-10.46.06-280x400

Verrà con la sua band?

«Si, verrò con “Terapia Band”, con la quale suono da anni. Ho conosciuto questi musicisti anni fa e li ho portati sempre con me. Sono molto bravi e senza di loro non riuscirei a buttarmi e cantare in pubblico in acustico. Per me sono un grande supporto».

 

Appuntamento dunque a Sarnano, venerdì alle 21,30 al Campo sportivo della Vittoria, ingresso gratuito.  Lo spettacolo, in caso di maltempo, sarà al Palasport.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X