facebook rss

Cede la falesia del Trave:
pioggia di pietre, coppia ferita

ANCONA - I bagnanti si trovavano nella zona interdetta della spiaggia quando si è verificata la frana. Sul posto sono intervenuti i mezzi della Guardia Costiera, Salvamento Portonovo e Croce Rossa
Print Friendly, PDF & Email

I soccorsi della Cri al Trave e, sullo sfondo, la frana

 

Sono stati colpiti dalla frana creatasi all’improvviso nella zona a nord del Trave, mentre prendevano il sole sul tratto di spiaggia interdetto ai bagnanti. Un’altra coppia di ragazzi si è salvata per miracolo grazie ad un diportista che dal mare ha lanciato l’allarme, urlando di scappare. Mentre quest’ultima coppia si è messa completamente in salvo, la seconda – formata da una 20enne e da un 30enne -è stata colpita in parte dal terreno della falesia che si riversava velocemente verso il basso. La tragedia sfiorata si è verificata nel primo pomeriggio di oggi, intorno alle 14,15. Immediato l’allarme lanciato alla Capitaneria di Porto che ha organizzato i soccorsi, inviando sul posto il gommone di Salvamento Portonovo, partito dalla postazione nei pressi di Emilia e l’idroambulanza della Croce Rossa di Ancona, operativa solitamente nello specchio d’acqua tra i comuni di Sirolo e Numana, allertandoli della presenza di alcuni feriti oltre che per supportare i mezzi della Guardia Costiera nelle operazioni di messa in sicurezza della zona.
Due, dunque, i feriti, per fortuna lievi grazie proprio alla destrezza del diportista nel notare che la falesia stava iniziando a cedere. I due bagnanti, una volta messi in sicurezza, sono stati trasportati nella spiaggia di Portonovo dove ad attenderli vi erano le ambulanze giunte da Numana che hanno effettuato il trasporto a Torrette. Le condizioni dei feriti, al momento del recupero, non sono risultate fortunatamente gravi. I due hanno riportato diverse escoriazioni su parte del corpo, dovuto al fatto di essere stati colpiti dai sassi che cadevano. I militari della Capitaneria di Porto hanno successivamente proceduto nell’effettuare accertamenti per assicurarsi che non vi fossero altre persone rimaste coinvolte. Lo scorso 8 luglio, un turista era rimasto seriamente ferito sempre a seguito del crollo della falesia. Colpito da un masso al polpaccio, anche lui si trovava nella zona interdetta della costa.

Masso si stacca dalla falesia, cade e ferisce un turista

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X