facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

«Sfruttare i dehors anche d’inverno
per far sopravvivere le imprese»

ANCONA - L'appello di Confartigianato per riaggiornare le prescrizioni legate all’impossibilità di installare paratie laterali a copertura degli spazi esterni che, nelle zone sottoposte ai vincoli della soprintendenza come Piazza del Plebiscito, non sono consentite
Print Friendly, PDF & Email

Piazza del Papa in una foto d’archivio

 

Riaggiornare le disposizioni e le prescrizioni legate all’impossibilità di installare paratie laterali a copertura dei dehors, che nelle zone sottoposte ai vincoli della soprintendenza, come piazza del Plebiscito, non sono consentite. Questo, a seguito della necessità del protrarsi delle limitazioni da Covid. A chiederlo è la Confartigianato Imprese che spiega come «senza modifiche ai regolamenti, le imprese non potranno riuscire a lavorare negli spazi esterni mettendo a serio repentaglio la già scarsa offerta di intrattenimento e movida di cui dispone oggi il nostro centro città». Secondo il presidente della Confartigianato territoriale di Ancona, Paolo Longhi, «Quello degli spazi costituirà la principale sfida del futuro per imprese e amministrazioni, costrette a ripensare a luoghi di aggregazione e a riorganizzare gli ambienti in modo funzionale e sicuri allo stesso tempo, per offrire nuovi servizi di accoglienza e ristoro a cittadini e turisti», tutto ciò in vista della stagione autunnale e soprattutto invernale. Confartigianato invita dunque già da ora l’amministrazione comunale «ad approfondire un tema rispetto al quale chiederà a breve un incontro in cui discutere il problema e cercare di trovare una soluzione condivisa che permetta la sopravvivenza delle imprese».
L’emergenza Covid «ha fortemente colpito tutti i settori e non meno quello della somministrazione – ribadisce il responsabile territoriale di Ancona di Confartigianato, Luca Casagande -, penalizzando, per agevolare il distanziamento, tutte le micro imprese: oltre cinquanta ad Ancona con centinaia di dipendenti, operanti nei centri storici che hanno locali di dimensioni ridotte. Per permettere alle imprese della somministrazione di lavorare anche nel periodo invernale – sottolinea – è necessario rivedere i regolamenti comunali e trovare una soluzione condivisa fra operatori, amministrazioni e soprintendenza per far sì che, anche con il freddo, queste possano sfruttare i dehors esterni che il Comune ha dato loro la possibilità di installare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X