facebook rss

Riapre “lo sBARello,
il chiosco dei giardini pubblici

JESI - Domani il taglio del nastro con il gestore Matteo Montesi che si è aggiudicato la gara con bando pubblico del Comune. La nuova gestione prevede anche la pulizia di una gran parte dei giardini, delle aree giochi dei bambini e della storica fontana
Print Friendly, PDF & Email

Matteo Montesi e Franchina Sassi

 

 

Domani, sabato 5 settembre, alle ore 12 taglio del nastro ufficiale allo Chalet “lo sBARello, il chiosco dei giardini pubblici di Jesi. Sarà presente l’assessore al commercio Ugo Coltorti. Già da sabato 29 agosto lo chalet ha ripreso ad essere attivo garantendo un servizio da mattina a sera, tutti i giorni. «Il primo giorno di apertura, dopo la consegna ufficiale delle chiavi da parte del Comune di Jesi è stata per me una grande emozione, unica e speciale. Ho ricevuto inaspettati attestati di stima dai clienti storici del locale e dai residenti della zona, una stima che mi ha ricaricato di energia positiva – afferma Matteo Montesi, gestore del chiosco dei giardini pubblici con la mamma Franchina Sassi – Dal 2011 al 2018 ho lavorato al chiosco con entusiasmo assegnandogli il nome “lo sBARello” e ritornare a gestirlo, dopo aver partecipato al bando del Comune di Jesi, assume un significato molto importante per me. Rappresenta per me una continuità non scontata, che dal 2020 proseguirà fino al 2024. Un grazie speciale va a mio padre Amleto e a mia madre Franchina per il suo instancabile supporto fisico e morale».

Con i residenti della zona dei giardini Matteo Montesi ha voluto, già dal 2011, subito instaurare un rapporto di collaborazione perché «mi preme non creare disagio, attraverso la mia attività, al vicinato. È per questo che rinnovo l’appello agli jesini delle case vicino a segnalarmi eventuali malumori contattandomi anche telefonicamente al numero 333.4939687, cercherò di fare sempre del mio meglio. Ed è anche per questo che la mia nuova gestione prevede anche la pulizia di una gran parte dei giardini, comprese le aree giochi dei bambini, pulizia del bagno pubblico e, ogni due mesi, la pulizia della storica fontana. Ringrazio anche il Comune di Jesi per la celerità con cui è riuscito a completare l’aspetto burocratico, anche durante il periodo di Ferragosto, consentendomi di aprire in tempi brevi». Il chiosco, per questo 2020, rimarrà aperto fino a fine ottobre «con un’attenzione particolare a tutte le norme anti-covid. Grazie alla professionalità dello studio tecnico Fabio Giuliodori, in poche ore sono state predisposte tutte le accortezze che sono richieste dall’emergenza sanitaria in atto. Ovviamente a fare la differenza sarà anche il buon senso dei clienti, a partire dai più giovani». Tra gli eventi in programma fino al 2024 ci sono presentazioni di libri, serate di cabaret, di teatro, di animazione per bambini, di musica live ed anche corsi di scacchi organizzati in collaborazione con Luigi Ramini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X