facebook rss

Scuola, il messaggio del Garante:
«Ripartiamo più forti
delle paure che abbiamo vissuto»

LE PAROLE di Andrea Nobili in vista dell'inizio delle lezioni previsto per lunedì: «L’eccezionalità di quanto accaduto, e di quanto, seppur in modo meno grave, sta ancora accadendo, ci deve spingere ad abbracciare quello che è rimasto uno degli ultimi presidi democratici del nostro Paese»
Print Friendly, PDF & Email

andrea-nobili

Andrea Nobili

 

«L’avvio dell’anno scolastico rimargina una ferita che l’emergenza sanitaria ha inflitto agli studenti, agli insegnanti alle famiglie. Alla comunità tutta. L’eccezionalità di quanto accaduto, e di quanto, seppur in modo meno grave, sta ancora accadendo, ci deve spingere ad abbracciare quello che è rimasto uno degli ultimi presidi democratici del nostro Paese». Inizia così il messaggio del Garante dei diritti Andrea Nobili in occasione della ripartenza delle lezioni negli istituti marchigiani, fissata per lunedì. «La scuola – puntualizza Nobili – non è solo un contesto didattico. E’ soprattutto un luogo in cui si apprende la socialità, la relazione con gli altri e ad avere fiducia nel prossimo e nelle istituzioni. In altre parole, l’elemento fondante di una comunità, il vivere insieme. Un mondo in cui si insegna a diventare grandi, senza dimenticarsi di chi è, per tante ragioni, meno fortunato. A tutti devono essere garantite le stesse promesse per il futuro». Il Garante ricorda che «questo avvio di anno scolastico coincide con le celebrazioni dei 150 dalla nascita di una straordinaria pedagogista di origini marchigiane, Maria Montessori, che ci insegnava che la scuola è anche esercizio di libertà, il bene più prezioso che abbiamo. Auguro di cuore ai nostri studenti, ai nostri insegnanti, e a noi tutti, il migliore inizio possibile del nuovo anno anno scolastico. Con un rinnovato senso di appartenenza a una comunità, più forti delle paure che abbiamo vissuto».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X