facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Trasporto pubblico e privato,
nuova ordinanza regionale anti-Covid

ANCONA - Il presidente Ceriscioli ha firmato ieri una nuova ordinanza che recepisce le linee guida nazionali stabilendo che sui mezzi automobilistici, filoviari, funicolari, costieri e ferroviari regionali è consentito un coefficiente di riempimento non superiore all'85% del totale delle postazioni sedute e in piedi
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, ha firmato ieri una nuova ordinanza per il trasporto pubblico riprendendo le linee guida nazionali contenute nel Dpcm del 7 settembre 2020, stabilisce che sui mezzi adibiti a trasporto pubblico locale automobilistico, filoviario, funicolare, costiero e ferroviario regionale è consentito un coefficiente di riempimento dei mezzi non superiore all’85% del totale delle postazioni sedute e in piedi.

È fatta salva, nell’ordinanza regionale, la possibilità di raggiungere un coefficiente di riempimento pari al 100% dei posti consentiti per i mezzi per cui non sono ammessi posti in piedi.

L’ordinanza ribadisce inoltre che può essere svolta l’attività di controlleria dotando gli operatori di adeguati dpi e mantiene in vigore tutte le norme di contenimento del contagio, quali l’uso obbligatorio della mascherina, il distanziamento dalla postazione del conducente, l’utilizzo, ove possibile di porte differenti per l’ingresso e l’uscita dal mezzo.

Per i servizi taxi e Ncc fino a massimo nove posti, l’ordinanza mantiene in vigore tutte le norme già previste: i passeggeri dovranno prioritariamente occupare tutti i posti delle file posteriori, con l’obbligo della mascherina di comunità comunque per tutti i passeggeri e la sanificazione delle mani con gel igienizzanti prima della salita a bordo. Si mantiene, infine, per le persone non conviventi, la possibilità di viaggiare assieme, a bordo di veicoli ad uso privato, occupando tutti i posti per i quali il veicolo è omologato, con obbligo per tutti di indossare mascherine di protezione. L’ordinanza entra in vigore dalle 00.00 del 14 settembre 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X