facebook rss

All’Astra il gran finale del
Premio Internazionale della Fisarmonica

CASTELFIDARDO - Domani si eleggono i vincitori della 45esima edizione
Print Friendly, PDF & Email

Il direttore artistico Renzo Ruggieri

 

Energia, vibrazioni, speranze e pathos. Il 45esimo Premio internazionale della fisarmonica giunge al traguardo: è tempo di verdetti, che per la prima volta nella storia giungeranno da remoto attraverso i collegamenti allestiti con i 36 Paesi del globo da cui partecipano gli artisti selezionati e i 45 membri della giuria presieduta dal maestro Friedrich Lips che in condizioni ‘normali’ avrebbe ricevuto oggi la cittadinanza onoraria. Il momento apicale della competizione è inserito nel contesto della serata di gala condotta con raffinata eleganza e competenza da Lucia Santini al teatro Astra dalle 21,30 e verrà vissuto secondo lo spirito di questa innovativa edizione, con un mix di esibizioni in ‘presenza’ e in diretta streaming. Adattata anche la formula per i tre finalisti della prestigiosa sezione concertisti, tenuti ad eseguire il brano d’obbligo su una base orchestrale messa a disposizione dal maestro Gorka Hermosa, autore della composizione che fonde ritmi mediterranei e tradizione nordica. Ma prima di arrivare alla proclamazione dei vincitori delle varie sezioni (Premio, Piazzolla, Classica, virtuoso, world, jazz e Gervasio Marcosignori) e all’attribuzione di un montepremi di circa 17mila euro in borse di studio e premi speciali, la giornata offrirà tante altre note e opportunità, visibili nella oceanica diretta streaming in onda sui canali ufficiali del PIF e di Étv Marche, che stanno collezionando migliaia di visualizzazioni. Alle 14 è infatti il turno delle audizioni della categoria tango, che gode del prestigioso imprimatur delle edizioni musicali Aldo Pagani – il più stretto collaboratore di Astor Piazzolla – alla cui memoria verrà conferito un premio speciale «con la gioia di poter continuare il lavoro fatto per tanti anni assieme alla città di Castelfidardo e per regalare al mondo questa musica meravigliosa», come sottolineato da Alain Pagani. I dieci concorrenti in gara disegneranno un autentico mappamondo artistico da Argentina, Germania, Russia, Cina, Francia, Stati Uniti oltre che Italia. Alle 17.00, l’intervento del maestro russo Viatcheslav Semionov, uno dei più grandi compositori di sempre per fisarmonica classica, il cui seminario spazierà tra aneddoti, tecnica ed ispirazioni di vita; alle 18 l’ultima prova dei finalisti del “classico”. Parallelamente, alla scuola civica di musica “Soprani”, nuovo giro di lezioni gratuite per ragazzi tra i 4 e i 18 anni: dalle 16 alle 19 saranno disponibili i maestri Giaccaglia (pianoforte), Pallotta (fisarmonica), Quattrini (violino), Coppari (chitarra), Concu (chitarra elettrica e canto), Rosselli (sax), Verzoli (violoncello). Prenotazioni allo 0717823305.

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria alla Pro Loco (0717822987) o al link.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X