facebook rss

Ballottaggio, ipotesi Consiglio comunale
in caso di vittoria di Volpini o di Olivetti

SENIGALLIA - Chi entra e chi esce dalla sala consiliare a seconda dell'elezione del candidato di centrosinistra o di quello di centrodestra
Print Friendly, PDF & Email

L’aula consiliare di Senigallia

I due candidati sindaco di Senigallia, Fabrizio Volpini e Massimo Olivetti in corsa per il ballottaggio, giocheranno la carta del secondo turno correndo da soli il 4 e 5 ottobre. In questi ultimi giorni di campagna elettorale c’è un’altra certezza: qualunque sia il risultato resteranno fuori dal Consiglio comunale i simboli di Senigallia Resistente, Potere al Popolo e L’altra Senigallia con la sinistra, mentre, senza apparentamenti, Paolo Molinelli (Senigallia Bene Comune) entrerà nell’assise civica solo se vincerà Fabrizio Volpini, candidato del centrosinistra. Ecco quindi le due ipotesi di composizione della nuova sala consiliare a seconda che i senigalliesi scelgano come primo cittadino l’uno o l’altro dei due sfidanti.

Fabrizio Volpini

SE VINCERA’ FABRIZIO VOLPINI – Se si confermerà vincitore anche del secondo turno Fabrizio Volpini (43,39% dei consensi al primo) sostenuto dalla coalizione composta da Partito Democratico, Diritti al Futuro, Vola Senigallia, Obiettivo Comune, Noi Senigallia Attiva, Uniti per Senigallia e Vivi Senigallia, il nuovo consiglio comunale sarà così composto. Per il Pd enteranno Dario Romano, Ludovica Giuliani, Chantal Bomprezzi, Margherita Angeletti, Rodolfo Piazzai, Ilaria Ramazzotti, Luigi Giacomelli, Luana Pedroni, Fabio Baldoni e Massimo Barocci; per Vola Senigallia Stefania Pagani e Simone «Quilly» Tranquilli, per Diritti al Futuro Enrico Pergolesi e Mauro Gregorini e per Vivi Senigallia Lorenzo Beccaceci. Sui banchi di opposizione oltre a Massimo Olivetti che siederà di diritto nell’assise civica, Fratelli d’Italia sarà rappresentato da Massimo Bello e Marcello Liverani, la Lega da Nicola Regine ed Elena Campagnolo, la Civica da Gabriele Cameruccio e Amo Senigallia da Gennaro Campanile e Carboni mentre Senigallia Bene Comune da Paolo Molinelli

Massimo Olivetti

SE VINCERA’ MASSIMO OLIVETTI – Se vincerà il ballottaggio il candidato sindaco Massimo Olivetti (34,24% delle preferenze al primo turno) sostenuto dalla coalizione di centro destra composta da Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e La Civica, i banchi di maggioranza del parlamentino cittadino saranno occupati oltre che da lui, per La Civica da Gabriele Cameruccio, Riccardo Pizzi, Andrea Ansuini; per Fratelli d’Italia da Massimo Bello, Marcello Liverani, Cinzia Petetta, Silvia Tomassoni, Ilaria Bizzarri, per la Lega da Nicola Regine, Elena Campagnolo, Filippo Crivellini, Floriano Schiavoni, Andrea Carletti, e per Forza Italia da Alan Canestrari e Luigi Rebecchini. All’opposizione per il Pd entreranno Fabrizio Volpini, Dario Romano, Ludovica Giuliani, Chantal Bomprezzi, Margherita Angeletti, per Amo Senigallia Gennaro Campanile, per Vola Senigallia Stefania Pagani, per Diritti al Futuro Enrico Pergolesi e per Vivi Senigallia Lorenzo Beccaceci.

Comunali Senigallia, Volpini e Olivetti al ballottaggio senza apparentamenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X