facebook rss

Marche Trail, tutto pronto
per l’avventura in bike

TERZA EDIZIONE per l'evento che vede al via oltre 200 bikers provenienti da 4 diverse nazioni. Il 9 ottobre si parte da Numana e si arriva a Cupra Marittima per circa 350 chilometri tra le bellezze della regione
Print Friendly, PDF & Email

La litoranea di Numana

Tutto pronto per la partenza del Marche Trail, il più importante evento “Unsupported Bike Adventure” della regione. Una terza edizione, quella del 9 ottobre, che vede al via oltre 200 bikers provenienti da 4 diverse nazioni, pronti ad attraversare il territorio di circa 30 comuni marchigiani compresi in 4 diverse provincie. Numeri in crescita e sempre più importanti nonostante il rispetto di tutte le limitazioni per il contenimento del Covid.

L’itinerario da Numana (con partenza scaglionata dalle 7 alle 11) a Cupra Marittima, per lunghi tratti modificato rispetto all’anno scorso, è pensato per un viaggio all’insegna della scoperta e del vivere un territorio ospitale ricco di storia e tradizioni.

Dalla riviera del Conero alla riviera delle Palme attraversando la bella collina marchigiana e con lo sguardo rivolto sulle principali vette dei Monti Sibillini. L’itinerario ripercorrerà lunghi tratti dell’antica via Lauretana e del Cammino Francescano della Marca. Da quest’anno si spingerà fino ad attraversare la meravigliosa faggeta di Canfaito che in questo periodo si mostra nella sua veste migliore.

Il percorso (circa 350 chilometri e 8.000 metri di dislivello), interamente su strade bianche o stradine secondarie, è particolarmente adatto a mountain bike o bici gravel.

La chiesa di Santa Maria della Rocca a Offida

Ai partecipanti verrà fornita la traccia Gps che dovrà essere seguita per intero e senza tagli. Ognuno è libero di organizzare il proprio viaggio in autonomia.  C’è chi parte solo con una giacca e dorme qualche ora su una panchina e chi parte con la bici completamente equipaggiata, dormendo in tenda o in una comoda struttura dotata di ogni comfort.

«Non è una gara, non c’è classifica. Non c’è limite di tempo massimo -sottolinea Ivano D’Orazio dell’Associazione Marche Bikepacking Asd-. Semplicemente è un viaggio che ti consente di scoprire una regione sempre in grado di emozionare e stupire. Un viaggio dove chi ti sta di fianco non è l’avversario da battere ma il tuo compagno di avventura».

E’ possibile seguire i progressi di tutti i partecipanti lungo i 350 km del Marche Trail tramite l’applicazione Never Alone

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X