facebook rss

Osimo, Piero Angela chiude
la ‘Settimana dello Spazio 2020’

ASTROFISICA - Dopo il collegamento con il Premio Nobel 2019 della Fisica, Didier Queloz, oggi pomeriggio il giornalista scientifico, conduttore di Superquark, sarà ospite in video-conferenza della kermesse, realizzata in adesione alla World Space Week indetta dall’Onu
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Chiude con una delle stelle italiane più brillanti del giornalismo scientifico la Settimana Mondiale dello Spazio di Osimo: protagonista, questo pomeriggio, (diretta visibile su www.comune.osimo.an.it), sempre in modalità on line, Piero Angela che, a partire dalle 16.30, si confronterà con Francesca Faedi, astrofisica marchigiana, di fama internazionale e nominata cavaliere ordinario al Merito della Repubblica Italiana, Piero Bianucci, divulgatore scientifico, scrittore, autore di numerosi libri e racconti e con Frida Paolella, organizzatrice dell’evento. Chiude quindi con il massimo del prestigio la seconda edizione della Settimana che ha visto anche quest’anno Osimo tra i protagonisti nazionali della kermesse, realizzata in adesione alla World Space Week (Wsw) indetta dall’Onu. Proprio il 6 ottobre si era infatti collegato il Premio Nobel 2019 della Fisica Didier Queloz, che di fatto ha passato il proprio testimone ai Nobel 2020 nominati lo stesso giorno, Roger Penrose, Reinhard Genzel e Andrea Ghez.

Osimo conferma quindi la propria vocazione scientifica e culturale tanto da aver attirato, con una edizione di così elevato profilo, anche l’attenzione dello stesso conduttore, tra le altre trasmissioni, della celebre Superquark, che ha accettato di partecipare anticipando, nella propria sessione, la chiusura ufficiale della manifestazione, prevista con quella dedicata al rapporto tra donne e scienza. Proprio questo connubio anche quest’anno è stato al centro dell’iniziativa osimana, come dimostrato dalla presenza di numerose ed autorevoli esponenti del settore, creando un solido minimo comune denominatore con la passata edizione. Le ospiti, oltre a presentare il proprio percorso, ragioneranno su come si possa agire a livello sociale ed economico, come si possa modificare la percezione femminile della conoscenza e della partecipazione al sistema socioeconomico italiano per determinare un nuovo quadro di crescita più maturo ed equilibrato. In collegamento, a partire dalle 17.30, al termine del confronto con Piero Angela, tra i numerosi ospiti, Patrizia Toia, vice presidente Commissione Industria e Ricerca del Parlamento Europeo, Ersilia Vaudo, Agenzia Spaziale Europea Chief Diversity Officier, e scienziate di fama internazionale come Marica Branchesi ed Anna Grassellino Ingegnere FermiLab (Illinois).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X