facebook rss

Una volpe “a cena”
al rifugio del Tribbio (Foto)

FIASTRA - Il titolare Giancarlo Ricottini: «Stavo chiudendo quando me la sono trovata di fronte all'ingresso. Sono andato a prenderle del petto di pollo e lei si è fermata a mangiare, era davvero un bellissimo esemplare»
Print Friendly, PDF & Email

 

volpe-tribbio-4-650x641

La volpe mangia al rifugio del Tribbio di Fiastra

 

di Monia Orazi

Ultima cliente speciale ieri al rifugio del Tribbio di Fiastra: una bellissima volpe è comparsa davanti all’ingresso all’orario di chiusura.

volpe-tribbio-5-325x322 Ad accorgersene il titolare Giancarlo Ricottini: «Ieri sera, dopo che l’ultima cliente è uscita sono andato all’ingresso e mi sono trovato davanti una bellissima volpe. All’inizio si è allontanata, poi mi sono messo in ginocchio ed ho iniziato a parlarle. È rimasta ferma ad osservarmi. Nella zona ci sono le volpi ma è la prima volta che me ne trovo una davanti all’uscita del rifugio. Sono andato a prenderle del petto di pollo e lei si è fermata a mangiare. Ha finito tutto quello che c’era nel piatto. Ho continuato a parlarle, veramente un bellissimo esemplare». La volpe sembra aver particolarmente gradito questa cena fuori programma. Anche se solitamente è un animale selvatico a volte si lascia avvicinare dagli esseri umani.

volpe-tribbio-3-325x299Di recente una bella volpe si avvicina spesso ai residenti nella zona Sae di Gualdo di Castelsantangelo sul Nera ed è stata immortalata da numerose foto sui social. Qualche anno fa era molto nota la volpe che saltuariamente compariva a Monte Prata, nei pressi della Madonna della Cona, abituata a farsi dare da mangiare dai turisti. Diversi anni fa a Gagliole destò forte impressione la morte della volpe che era diventata la mascotte del paese. La volpe del Tribbio è comparsa per la prima volta ieri, chissà che non ritorni, avendo gradito l’accoglienza ricevuta. Spiega Ricottini: «Un’ospite davvero particolare questa volpe, mi si è avvicinata un po’ titubante ma siamo diventati subito amici. Forse qualcuno le ha raccontato la storia di Nael, il ragazzo francese pellegrino, che ho ospitato durante la chiusura primaverile a causa del covid. È rimasta un po’, mi ha girato un po’ intorno con lo sguardo dolce di chi voleva in qualche modo ringraziare. “Ci mancherebbe” le ho detto e “torna a trovarmi, ospitalità e accoglienza sono sacre ed anche se siamo due razze animali differenti, non importa, c’è posto per tutti”».

 

volpe-tribbio-2-650x616

volpe-tribbio-1-638x650

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X