facebook rss

Svegliata da strani rumori in soffitta,
telefona al 113 e fa arrestare il ladro

ANCONA - E' successo stanotte in un palazzo di Corso Carlo Alberto. Gli agenti delle volanti della Polizia, giunti sul posto, hanno sorpreso un 30enne e lo hanno tratto in arresto per tentato furto aggravato in abitazione
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Sente strani rumori nel cuore della notte, telefona alla Polizia preoccupata e fa arrestare il ladro. Stanotte, intorno alle 3,30 è arrivata al 113 la telefonata di una signora che, spaventata, riferiva di sentire dei rumori provenienti dalla soffitta condominiale in un palazzo di Corso Carlo Alberto. Subito l’operatore della centrale operativa ha inviato sul posto le pattuglie di Volante che giungevano immediatamente. I poliziotti, dopo aver fatto ingresso nell’abitazione, hanno raggiuntio la soffitta ubicata al quinto piano dello stabile. Subito si accorgevano che la porta era stata forzata ed era aperta e con tutte le cautele del caso sono così entrati nella stanza completamente al buio. In un angolo rannicchiato hanno ttrovato un uomo che cercava di nascondersi. Un 30enne identificato e portato in Questura. L’uomo di origini colombiane, con numerosi precedenti di Polizia, è stato arrestato per tentato furto aggravato in abitazione e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria. Addosso gli sono state trovate due tronchesi con le quali aveva divelto il gancio che chiudeva la porta della stanza. La Polizia ha ringraziato la signora che ha chiamato la sala operativa e grazie alla sua solerzia ha permesso che non si consumasse un reato. Un invito rivolto a tutta la cittadinanza perchè collabori sempre così con la Polizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X