facebook rss

«Dalla prossima settimana 30 milioni
sui conti degli agricoltori marchigiani»

REGIONE - L'annuncio dell'assessore Carloni: «Scongiurato il rischio di perdita dei fondi comunitari per il mancato impiego. Prevediamo di pagare entro la fine dell’anno almeno altri 15 milioni, sia per misure strutturali che agroambientali»
Print Friendly, PDF & Email

 

assessore_carloni

L’assessore Carloni

 

«Finalmente sono state sbloccate importanti risorse per l’Agricoltura». Ad annunciarlo il vicepresidente della giunta regionale e assessore all’Agricoltura, Mirco Carloni, che ha spiegato: «Dalla prossima settimana gli agricoltori marchigiani riceveranno sui loro conti correnti oltre 30 milioni di euro. Fin dal primo giorno del mio mandato ho chiesto agli uffici regionali di intervenire per accelerare i pagamenti dei contributi agli agricoltori. Oggi l’importante notizia: siamo riusciti a rispettare l’Obiettivo N+3 che era il timore maggiore, scongiurando così il rischio di perdita dei fondi comunitari per l’Agricoltura». Carloni precisa: «Grazie ai provvedimenti proposti e approvati dalla giunta sin dai primi giorni di mandato circa 3mila agricoltori che adottano tecniche di agricoltura biologica riceveranno infatti 13,2 milioni di euro quale anticipo dell’85% di quanto richiesto con la domanda presentata nel 2020 – prosegue il vicepresidente -. Ad altri 5mila agricoltori, che operano nelle aree montane della regione, sono destinati 10,1 milioni, mentre gli allevatori che garantiscono elevati standard aziendali per il benessere degli animali otterranno 3,2 milioni di euro. In questo ultimo mese, da quando cioè si è insediata la giunta regionale, sono stati inoltre erogati ulteriori 4 milioni di euro circa, a valere su altre misure del Psr, tra cui i premi per l’insediamento di giovani agricoltori e per investimenti strutturali produttivi nelle aziende agricole. A questo punto – conclude Carloni – possiamo affermare con certezza che è stata evitata la penale che incombeva con un taglio delle risorse assegnate nel 2017 e non spese entro il 31 dicembre 2020. Gli uffici regionali lavorano a pieno ritmo anche per garantire il prima possibile il pagamento ad altre imprese che hanno inoltrato domanda finale di contributo in questo ultimo periodo. Prevediamo di pagare entro la fine dell’anno almeno altri 15 milioni di euro, sia per misure strutturali che agroambientali. Un grande obiettivo che, come amministrazione vogliamo raggiungere: risalire la china della classifica che ci pone come ultima regione rispetto alle altre nei pagamenti in Agricoltura, per arrivare ai primi posti come miglior regione per i pagamenti previsti dal Psr. Un obiettivo ambizioso ma da perseguire fortemente nell’interesse degli agricoltori marchigiani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X