facebook rss

La famiglia è in casa, il ladro senza scrupoli
entra e ruba un bracciale d’oro

POLVERIGI - Pomeriggio di paura in via della Caccia. «Ero al piano superiore e stavo guardando un film quando ho percepito dei rumori, mi sono affacciato per le scale ma non ho visto nulla. Al piano terra c'erano i miei genitori. Un'ora dopo abbiamo scoperto di essere stati derubati» racconta il figlio della coppia. Indagano i carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Pomeriggio di paura  a Polverigi per almeno due famiglie residenti in via della Caccia, che hanno rischiato di trovarsi faccia a faccia i ladri senza scrupoli entrati nelle loro abitazioni. Per introdursi in una delle abitazioni dell’immediata periferia del paese, intorno alle 17.30 di oggi, il ladro ha praticato un foro in una finestra del piano terra e si è infilato all’interno senza preoccuparsi delle voci e delle luci accese nelle stanze. Marito e moglie 60enni, infatti, si trovavano proprio al piano terra, mentre il figlio della coppia stava davanti alla Tv al piano superiore, quello che conduce alla mansarda. «Stavo guardando un film quando all’improvviso ho percepito un rumore per le scale. Mio padre e mia madre non salgono mai fino a quassù e la cosa mi ha insospettito – racconta il 36enne – si sono affacciato ma non ho notato nulla e sono tornato al televisore. Un’ora dopo sono sceso di sotto e mi sono subito reso contro di quello che era accaduto: le stanze erano a soqquadro, soprattutto la camera da letto dei miei dove era evidente che qualcuno aveva frugato per cercare gli oggetti di valore da portare via . Dopo un veloce inventario abbiamo capito che era sparito un bracciale d’oro di mia madre, a cui era particolarmente affezionata. Abbastanza sconvolti per quello che era accaduto abbiamo telefonato ai carabinieri che sono arrivati sul posto». I militari hanno subito notato che il ladro aveva lasciato sul pavimento le impronte sporche di terra delle sue scarpe. «Sospettiamo che sia fuggito per i campi circostanti anche se la nostra abitazione si trova in una strada con tanti palazzi, l’uno accanto agli altri. – prosegue il 36enne –  E’ sconcertante che questa persona si sia introdotta in casa nostra, incurante della nostra presenza all’interno e passando da una finestra che da sulla strada, in pieno pomeriggio, senza che nessuno l’abbia notata. Sempre poi che non abbia avuto complici che l’attendevano all’esterno». Il secondo colpo si è svolto più o meno con le stesse modalità operative. Su entrambi gli episodi indagano i carabinieri della stazione di Agugliano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X