facebook rss

Raid notturno dei ladri a scuola:
rubati i computer, aule sanificate

SANTA MARIA NUOVA - Lezioni sospese per oggi all'asilo, alla Primaria e alle Medie. Il sindaco Alfredo Cesarini stamattina ha denunciato l'episodio ai carabinieri. Sono spariti 14 pc portatili e 30 euro di monete del distributore del caffè, danni ingenti. «Non bastava l’epidemia, ci volevano anche i mascalzoni a complicare di più le cose» commenta il primo cittadino che firmerà un'ordinanza di divieto di ritrovo nelle vicinanze di tutte le scuole dalle ore 17 alle 22
Print Friendly, PDF & Email

Le Medie ‘Benedetto Croce’

 

«Mascalzoni e ladri o forse solo una ragazzata? Ragazzi lo siamo stati tutti, come dice qualcuno, ma oggi, 18 novembre, le lezioni nella nostra scuola sono state sospese per la sanificazione. Non bastava l’epidemia che ci sta creando grandi problemi di ogni genere a tutti, privati cittadini e enti pubblici, ci volevano anche mascalzoni e ladri a complicare di più le cose». Un blitz messo a segno stanotte da qualche sconosciuto ha costretto il sindaco di Santa Maria Nuova, Alfredo Cesarini, a ordinare l’immediata igienizzazione delle aule secondo i protocolli di legge. Domani riprenderanno regolarmente le lezioni per gli studenti. Il furto è stato comunicato alla cittadinanza attraverso la pagina Fb istituzionale del Comune. «Questa notte dei delinquenti sono entrati all’interno della scuola dell’infanzia e della elementare e media facendo danni per diverse migliaia di euro e rubando materiale didattico molto importante» ha scritto il sindaco. Dalle aule sono spariti 14 computer portatili mentre dall’asilo (varco da dove sono entrati i malviventi) circa 30 euro di monete custodite nel cassetto del distributore automatico del caffè, forzato per ripulirlo dei soldi. Evidenti segni di effrazioni sono stati inoltre lasciati su un mobile in un ufficio della scuola, danneggiato forse nella ricerca di denaro.

Alfredo Cesarini, sindaco di Santa Maria Nuova

«Ora provvederemo ad emettere subito con decorrenza da oggi una ordinanza di divieto di ritrovo nelle vicinanze di tutte le scuole (giardini e aree adiacenti) dalle ore 17 alle ore 22 (dopo questa ora vige il coprifuoco dell’ordinanza ministeriale). – aggiunge il sindaco Cesarini – Raccomandiamo comunque ad ognuno il senso civico nel segnalare alle forze dell’ordine chiamando il 112 o il 113 i comportamenti sospetti di persone e auto sospette». Nel frattempo il primo cittadino di Santa Maria Nuova stamattina ha già provveduto a sporgere denuncia nella caserma dei carabinieri. Santa Maria Nuova, come altre città delle Marche, nelle scorse settimane è stata in prima linea nell’emergenza sanitaria per il focolaio di contagi scoppiato nella casa di riposo. Proprio ieri il sindaco aveva dato a tutti la buona notizia che «18 (su 28) ospiti della nostra casa di risposo sono negativi al Covid-19. Una bella notizia che rincuora i familiari prima di tutto e tutti noi perchè la salute dei nostri nonni ci sta molto a cuore» aveva scritto. Dallo scorso 12 novembre e fino al prossimo 20 novembre, il dirigente scolastico ha inoltre disposto la sospensione in presenza delle lezioni per una classe delle Medie “Benedetto Croce” con lo svolgimento delle lezioni con modalità Dad, dopo la segnalazione di un caso di positività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X