facebook rss

Il mondo del commercio piange
‘Gianni’ Fati Pozzodivalle

OSIMO - Lo storico titolare della pizzeria del rione di San Marco se n'è andato ieri all'età di 86 anni. Il messaggio di cordoglio del sindaco. Domani i funerali nella chiesa della Sacra Famiglia
Print Friendly, PDF & Email

La chiesa della Sacra Famiglia di Osimo

 

 

Si svolgeranno domani, 20 novembre, alle 10 nella chiesa della Sacra Famiglia di Osimo i funerali di Clemente Fati Pozzodivalle, morto ieri a 86 anni. La salma, da stamattina alle 10, sarà visitabile nella casa funeraria Vigiani di via Oscar Romero a San Biagio, e dopo le esequie sarà sepolta al cimitero maggiore della città. Il mondo del commercio osimano perde un altro pezzo storico. Per tanti anni Clemente,’Gianni’ per tutti, aveva infatti gestito la sua pizzeria nel rione di San Marco, nel centro storico. «Ci ha lasciato uno degli uomini più simpatici che abbia conosciuto nella mia vita, icona per simpatia ed impegno per la citta’. – lo ha ricordato il sindaco Simone Pugnaloni – Un uomo dal grande entusiasmo, instancabile lavoratore, un volontario da prendere ad esempio per il tempo dedicato agli altri. Gianni, il titolare storico della pizzeria a San Marco, quello che non vedevi l’ora di incontrare dopo il catechismo, dopo l’Acr, quando frequentavi l’oratorio. Era capace di farti sorridere ogni volta che lo incontravi, aveva sempre una battuta pronta, una barzelletta da raccontare». In età della pensione, dopo la vendita della sua attività, ‘Gianni’ si era dedicato anima e corpo alla Parrocchia di San Marco, all’associazione Amici di San Marco, alla Sagra del Leone. «Anche qui, eravamo tanti volontari – rammenta ancora il sindaco di Osimo nel messaggio di cordoglio espresso a nome della città – ma chi piu’ di tutti riusciva a tenere alto l’umore era l’inconfondibile Gianni e le sue barzellette. Ciao Gianni, grazie di tutto». Il commerciante stimato e apprezzato lascia la moglie Ada, il figlio Fulvio, avvocato e past president del Rotary Club Osimo, la nuora Carla, e la nipote Agnese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X