facebook rss

Screening di massa al Palaindoor:
prenotazione obbligatoria,
navetta da piazza Cavour

ANCONA - I tamponi rapidi si potranno effettuare a partire da venerdì prossimo su base volontaria. Chi risulterà positivo eseguirà subito il test molecolare nel piazzale esterno del palazzetto
Print Friendly, PDF & Email

Il Palaindoor alle Palombare

 

Manca poco al via per l’operazione di screening di massa per contrastare la diffusione del Covid. La data è quella di venerdì prossimo, 18 dicembre, quando le porte del Palaindoor delle Palombare si apriranno per 10 giorni, proseguendo nella prima tranche fino al 23 e riprendendo poi dal 27 al 30 compresi. Qui, su base volontaria, sarà possibile effettuare il tampone rapido antigenico. L’operazione è stata organizzata dalla Regione Marche con la collaborazione del Comune dorico e dell’Asur mentre Fidal Marche ha messo a disposizione la struttura.
Gli aspetti organizzativi sono stati messi a punto in una riunione svoltasi oggi pomeriggio tra tutti i soggetti coinvolti. Dunque, dal 18 i cittadini che lo vorranno, potranno sottoporsi al tampone nasofaringeo rapido. Il tutto avviene in maniera gratuita ma ovviamente con la presenza e per mano del personale sanitario. Gli orari vanno dalle 8,30 alle 13 quindi dalle 14,30 alle 19,30.
Per accedere al servizio sanitario di screening, occorre prenotarsi attraverso il sistema che, da domani, sarà possibile trovare nella pagina web del Comune cliccando su un apposito banner. Le prenotazioni potranno essere effettuate anche per telefono ma, pure in questo caso, il numero verrà fornito solo domani mentre un numero dedicato sarà a disposizione per coloro che hanno difficoltà a muoversi o hanno esigenze particolari. Dunque, scartate le ipotesi di procedere per quartieri o in ordine alfabetico.
Cosa dovrà fare dunque chi vorrà sottoporsi al tampone rapido? Il Comune spiega l’iter dicendo che bisognerà presentarsi «al Palaindoor con la tessera sanitaria, un documento di identità e il modulo di autocertificazione già compilato. E’ obbligatorio indossare la mascherina». Il risultato del test si saprà già dopo circa 20 minuti. Coloro che dovessero risultare positivi, dovranno poi sottoporsi al tampone molecolare presso la postazione “Driver” all’esterno del palazzetto. All’interno della struttura, predisposte dall’Asur, vi saranno 20 postazioni divise in: zone per l’accoglienza, la misurazione della febbre, lo svolgimento del test e l’attesa.

Tamponi drive trough al Palaindoor

«Una navetta dedicata con percorso Piazza Cavour, Piazza Ugo Bassi, Palaindoor – aggiunge in una nota il Comune – sarà istituita nei giorni dei tamponi». «Il Comune ha fornito ampia collaborazione – ha detto l’assessore alla Protezione Civile, Stefano Foresi -affinché tutta la struttura sia a disposizione, con tutto il materiale per l’accoglienza necessario. Presenti i volontari della Protezione Civile comunale con la Protezione Civile regionale. Prosegue così il clima positivo di collaborazione con l’Asur già avviato nei primi mesi della pandemia e che ci aveva già portato a lavorare insieme per la creazione del punto tamponi dell’ ex Crass».
Come detto, «La prenotazione si effettua on line – ha aggiunto l’assessore ai servizi Sociali Emma Capogrossi anche lei presente all’incontro -. Questo per evitare assembramenti e lunghe attese al freddo e per cercare di utilizzare al meglio le risorse messe a disposizione. Ricordiamo alle persone che anche se il tampone avesse esito negativo – sottolinea – questo non esclude il fatto di continuare ad adottare tutti i comportamenti di precauzione già indicati e che tutti conosciamo: mascherina e distanziamento».
Non potranno sottoporsi al tampone persone che hanno sintomi che indichino un’infezione da Covid-19; persone attualmente in malattia per qualsiasi altro motivo; persone in stato di isolamento per test positivo negli ultimi tre mesi; persone attualmente in quarantena o in isolamento fiduciario; persone che hanno già prenotato l’esecuzione di un tampone molecolare; persone che eseguono regolarmente il test per motivi professionali;
minori sotto i 6 anni; persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie comprese le case di riposo pubbliche e private.

Sopralluogo al Palaindoor per lo screening di massa: 30mila tamponi in 10 giorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X