facebook rss

La Provincia di Ancona
cerca un dirigente tecnico

LE DOMANDE di partecipazione alla selezione dovranno pervenire entro il prossimo 4 gennaio
Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

La Provincia di Ancona ha indetto una selezione pubblica per il conferimento di un incarico dirigenziale, con profilo di dirigente tecnico, con rapporto di lavoro a tempo determinato.«La domanda di partecipazione alla selezione, debitamente sottoscritta a pena di esclusione, dovrà pervenire entro le ore 13 del giorno 4 gennaio 2021. – fa sapere una nota dell’ente – L’Avviso Pubblico e il Modulo di domanda sono consultabili nel sito www.provincia.ancona.it al link». I titoli di studio ammessi sono: diploma di laurea in Ingegneria Civile, Ingegneria Edile, Architettura, Ingegneria Edile – Architettura, Ingegneria per l’Ambiente e Territorio; nuovo ordinamento: 38/S Ingegneria per l’ambiente e il Territorio, 28/S Ingegneria Civile, 4/S Architettura e Ingegneria civile, Laurea magistrale 23 Ingegneria civile, Lm24 Ingegneria dei sistemi edilizi, Lm 26 Ingegneria della sicurezza, Lm35 Ingegneria per l’Ambiente e il territorio, LM 4 Architettura e ingegneria edile architettura. «Le competenze tecniche specifiche – prosegue il comunicato- richieste per il profilo dirigenziale richiesto sono: conoscenza approfondita della disciplina in materia di organizzazione e funzionamento delle amministrazioni pubbliche e della normativa collegata, anche con riferimento alla disciplina dei contratti pubblici; competenze tecnico-specialistiche nelle tematiche, nelle attività e nelle linee di intervento relative al settore di riferimento, ed in particolare nella disciplina in materia di ambiente, rifiuti e urbanistica. Queste le competenze generali/trasversali richieste per il profilo dirigenziale: capacità decisionale intesa come capacità di assumere autonome decisioni, di acquisire e interpretare le informazioni disponibili e di prefigurare i possibili scenari in relazione alle decisioni assunte; capacità di gestione delle risorse assegnate, sia umane che patrimoniali ed economico-finanziarie, in maniera efficace, efficiente e tempestiva; – capacità di governo della rete di relazioni e rapporti, sia interni (amministratori e colleghi dello stesso o di altri Settori dell’Ente) che esterni, con particolare riferimento agli altri livelli di governo (Comuni, Regione e Stato) tale da garantire un ambiente di lavoro sereno, collaborativo e produttivo; capacità di negoziazione preordinata alla soluzione di problemi di valenza trasversale; capacità di gestione di situazioni di tensione lavorativa in maniera efficace e flessibile; capacità di gestire la complessità, anche attraverso la tempestiva ed intelligente modifica di piani, programmi e prospettive al mutare delle circostanze fattuali e normative dell’ambiente in cui si opera; possesso di adeguate conoscenze informatiche e conoscenza della lingua inglese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X