facebook rss

Operatori ‘anti-contagio’
alle fermate degli autobus

ANCONA - Saranno agenti della polizia locale e rappresentanti della Protezione Civile a garantire il rispetto delle regole alle pensiline con il ritorno a scuola degli studenti
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Giovedì 7 gennaio riapriranno le scuole e il cinquanta per cento degli studenti degli istituti scolastici superiori – come disposto dal Governo- tornerà in classe. L’Amministrazione comunale di Ancona, in accordo con la Prefettura  che svolge il coordinamento nel territorio e con le istituzioni scolastiche, sta approntando un macchina organizzativa a supporto del trasporto pubblico locale per agevolare il ritorno a scuola degli studenti in condizioni di sicurezza.  A tale scopo ha organizzato una rete di “osservatori”, composta da agenti di polizia locale e un cospicuo numero di volontari della Protezione civile (VAB, vigili del fuoco in pensione e gruppo di protezione civile comunale) che presidieranno le fermate degli autobus più frequentate per scongiurare assembramenti e per far rispettare le regole. A tal riguardo l’Amministrazione comunale, «nell’augurare un buon rientro a scuola a studenti e docenti, raccomanda a questi ultimi di porre attenzione sia a terra, sia a bordo dei mezzi, nel rispettare il distanziamento interpersonale e nell’ indossare sempre le mascherine di protezione». Gli “osservatori” saranno operativi presso le fermate degli autobus sia nella fascia oraria di ingresso che in quella di uscita dalle scuole per dieci giorni, a partire dal 7 gennaio. Con la riapertura delle scuole, lo scorso settembre, erano invece stati ingaggiati degli steward privati, collocati nelle fermate potenzialmente più affollate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X