facebook rss

Ancona Capitale della Cultura
«Non mancherà il sostegno della Regione»

IL GOVERNATORE Acquaroli e l'assessore Latini: «Il successo nella competizione farebbe del capoluogo un polo culturale di traino all’intero territorio regionale di portata nazionale e internazionale»
Print Friendly, PDF & Email

Acquaroli e Mancinelli

 

La Regione Marche a sostegno di Ancona, città inclusa tra le dieci finaliste nella candidatura a Capitale Italiana della Cultura nel 2022. Il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, insieme all’assessore alla cultura, Giorgia Latini, hanno risposto alla comunicazione inviata dal sindaco dorico Valeria Mancinelli per dare notizia della candidatura e chiedere collaborazione nella realizzazione dei progetti contenuti nel dossier che ha permesso l’ingresso di Ancona in finale. «Per questo ambito traguardo – hanno scritto il presidente Acquaroli e l’assessore Latini – non potrà mancare il sostegno della Regione Marche, nella consapevolezza che il successo nella competizione farebbe del capoluogo un polo culturale di traino all’intero territorio regionale di portata nazionale e internazionale. La candidatura rappresenta infatti un’occasione unica per tutta la regione di valorizzare le molte eccellenze culturali, paesaggistiche e di qualità della vita che contraddistinguono questa nostra terra, e di far conoscere maggiormente le potenzialità e le capacità innovative del nostro sistema culturale e produttivo». Il Ministero scioglierà la riserva entro il 18 gennaio. Tra le contendenti, oltre Ancona, ci sono  Trapani, L’Aquila, Bari, Volterra, Procida, Cerveteri, Verbania, Pieve di Soligo e Taranto. Il progetto di Ancona è La Cultura Tra L’altro.

Capitale della Cultura, il sostegno di Lucia Mascino: «Voterei Ancona a occhi chiusi»

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X