facebook rss

«Mi hanno violentata»
Ragazza soccorsa al porto

ANCONA - La violenza sarebbe avvenuta nella notte tra sabato e domenica ma solo qualche ora più tardi la giovane straniera si sarebbe decisa di avvisare le forze dell'ordine. Accompagnata al Salesi, i medici le hanno riscontrato ecchimosi sul corpo. Indagini sono in corso
Print Friendly, PDF & Email

Una Volante della polizia in servizio (Repertorio)

 

Ha sentito dei rumori provenire dalla strada e, quando è scesa di casa probabilmente per capire di cosa si trattasse temendo forse che potessero essere dei ladri o un gruppo di persone che comunque non riuscivano a farla dormire, ha visto tre persone che subito hanno tentato di abusare di lei ma, non riuscendoci, mentre in due l’hanno bloccata, un terzo l’avrebbe costretta a praticare atti sessuali. L’episodio è avvenuto nella notte tra sabato e domenica nella zona degli Archi, vicino al Mandracchio.
La giovane, una 30enne straniera, si sarebbe dunque difesa nel tentativo di scappare dalle grinfie del branco che l’aveva presa di mira trascinandola in una zona più appartata. I tre, che stando ad una prima ricostruzione dell’accaduto in base alla testimonianza della giovane sarebbero anche loro stranieri, avrebbero dunque deciso di continuare nel loro intento nonostante lei si opponesse con tutte le sue forze e mentre due la tenevano ferma con la violenza, un terzo l’avrebbe costretta a pratiche sessuali.
La giovane è poi rientrata in casa e nella serata di ieri, intorno alle 18, si è decisa ad avvisare il 113. Sul posto sono intervenute due pattuglie delle Volanti insieme all’automedica del 118 e un’ambulanza della Croce Gialla.
La straniera è stata quindi visitata sul posto e successivamente trasportata per gli ulteriori accertamenti al pronto soccorso del Salesi. Qui, a seguito di un controllo medico, sarebbe emerso che la giovane aveva effettivamente riportato diverse ecchimosi sul corpo probabilmente dovute proprio alle strette fatte dai tre aguzzini per evitare che opponesse resistenza. Gli investigatori stanno tuttora lavorando per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e ricercare i tre aguzzini basandosi sul racconto fatto dalla giovane.

Redazione CA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X