facebook rss

Viaggia in auto con un coltello
e la cocaina: 20enne nei guai

FABRIANO - Sabato scorso, in piena zona arancione, il giovane è stato segnalato dai carabinieri alla Prefettura, denunciato per porto abusivo di armi e multato per aver sconfinato dal proprio comune di residenza. Sanzionati anche titolare e clienti all'interno di un locale del centro trovato aperto dopo le ore 18
Print Friendly, PDF & Email

Il radiomobile della Compagnia Carabinieri di Fabriano, comandata dal capitano Mirco Marcucci

 

 

Sabato scorso, 30 gennaio, alle ore 21 circa i militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia Carabinieri di Fabriano hanno denunciato in stato di libertà un ventenne marchigiano, nato e residente in un comune limitrofo alla città della carta. Il giovane occasionalmente controllato mentre era alla guida della propria autovettura all’altezza del parco Regina Margherita di Fabriano è stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare ed è stato trovato in possesso di un coltello serramanico modello ‘Rambo’ ben occultato nel veicolo e oltre ad alcuni grammi di cocaina. Il 20enne è stato quindi segnalato alla competente Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti per uso non terapeutico e denunciata all’autorità giudiziaria per il reato di porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere. Non basta. Il ragazzo è stato inoltre sanzionato per non aver ripristinato rispettato il divieto di spostamento in un Comune diverso da quello di residenza con una multa da 400 euro, infine i militari operanti hanno proceduto all’immediato ritiro del documento di guida. Nel corso della scorsa settimana, quando le Marche si trovavano ancora in piena zona arancione, dopo le ore 18 i militari dell’aliquota radiomobile hanno proceduto al controllo di un esercizio pubblico nel centro di Fabriano. Durante il controllo è stato constatato che il titolare, nonostante la normativa glielo impedisse, somministrava e permetteva la consumazione dei prodotti all’interno del suo locale. Inevitabili le multe: sia al titolare che a ciascuno degli avventori presenti è stata comminata la sanzione di 400 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X