facebook rss

‘Curve del Duomo’
assalite dal degrado

ANCONA - Nel boschetto sotto la cattedrale, cumuli di rifiuti lasciati dopo l'allontanamento di alcuni clochard da parte delle forze dell'ordine: materassi, bottiglie e persino un orologio da tavolo
Print Friendly, PDF & Email

Degrado nel boschetto sotto il Duomo

 

di Giampaolo Milzi

Dopo l’allontanamento dei clochard dalla fascia di boschetto-giungla a margine delle cosiddette, popolarmente, “curve del Duomo”, ciò che rimane è una cartolina di degrado. Le foto a margine di questo articolo sono state scattate ieri pomeriggio nella lunga fascia di verde sempre più disastrato e privo di manutenzione sulla destra del primo tratto in salita di via Giovanni XXIII. Per molto tempo oasi, si fa per dire, per i sempre più tanti disperati che ad Ancona non riescono a trovare un accogliente tetto istituzionale. Da qualche mese, dopo i ripetuti blitz di ordine pubblico, in quella zona non ci dormono più. Ma quella zona è diventata una discarica di roba vecchia e rifiuti di vario tipo. Decine e decine di bottiglie di plastica e di vetro, taniche per l’acqua, un materasso, logori zainetti, stracci, coperte, cartacce e cartoni di ogni tipo. Una rete da cantiere traforata con un enorme buco. E ancora la plastica, in tutti formati e le dimensioni, tra decine di pezzi di legno, tronchi e rami a pezzi, da cui fa capolino un ombrello. E perfino un grande orologio da tavolo, in stile antico, che segna un tempo che sembra purtroppo essersi fermato sull’ora del degrado cronico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X