facebook rss

Lega, Mirko Bilò entra
nel dipartimento nazionale antimafia

ANCONA - Il vicepresidente del gruppo regionale consiliare del Carroccio fa parte dell’organismo voluto da Salvini come referente per le Marche
Print Friendly, PDF & Email

Mirko Bilò

 

Mirko Bilò, vicepresidente del gruppo consiliare Lega in Regione entra a far parte del dipartimento nazionale antimafia della Lega voluto da Matteo Salvini e presieduto dall’onorevole Gianluca Cantalamessa. Sarà il referente per le Marche.«Sono onorato per l’incarico operativo ricevuto nell’ambito della vigilanza per il contrasto alle mafie. So bene come la criminalità non vesta sempre i panni riconoscibili del lupo e come sappia insinuarsi in ogni ambito della vita quotidiana. – commenta Bilò – Grazie alle politiche di rilancio, le Marche rappresentano un crocevia di opportunità che possono far gola a chi non si fa scrupoli minando, con le sue ricadute, l’intero tessuto sociale: basta pensare ai macro-cantieri come quello della ricostruzione post sisma o a quelli che si apriranno per le infrastrutture. Sono pronto a mettere al servizio del dipartimento e della regione non solo le mie esperienze professionali, ma anche la convinzione essere sentinelle della legalità sia un obbligo morale per chi fa politica attiva per il territorio». Bilò, 59 anni, porta in dote al dipartimento della Lega un bagaglio di esperienza con pochi eguali: dirigente della Digos specializzato in sicurezza, non solo ha all’attivo solidi rapporti di collaborazione con forze dell’ordine e presidi territoriali del governo ad ogni livello, ma anche un passato di amministratore locale come sindaco di Numana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X