facebook rss

FIlt Cgil su Aerdorica:
«Ok al nuovo accordo su mobilità
ma solo se migliorativo»

ANCONA - Valeria Talevi, segretaria Marche del sindacato di categoria, replica all'assessore regionale Stefano Aguzzi ricordando che esiste già un'intesa siglata ad aprile 2020 e rimasta ancora disattesa
Print Friendly, PDF & Email

(Foto d’archivio)

 

Aerdorica, la Filt Cgil Marche chiede alla Regione quali intenzioni abbia nei confronti dei 73 lavoratori della società di cui 21 in procedura di mobilità. Di recente, infatti, ricorda Valeria Talevi, segretaria generale Filt Cgil Marche,« l’assessore regionale Stefano Aguzzi ha dichiarato che la Regione non vuole rispettare l’accordo sulla mobilità». L’intesa, siglata nell’aprile del 2020 con la vecchia amministrazione regionale, prevede che dei 21 lavoratori in mobilità, 3 siano assunti alla Svim, la società di sviluppo Marche, 8 esternalizzati alla società Italpol e 2 esternalizzati all’impresa di pulizia. «Se oggi la Regione ritiene che l’accordo sia disatteso nei fatti – sottolinea Talevi -, nel confronto futuro se ne può pensare un altro che sia migliorativo rispetto alle esternalizzazioni e ai licenziamenti con politiche volte all’utilizzo di ammortizzatori sociali, di riqualificazione delle professioni e incentivi all’esodo, già contemplati dall’accordo. Il tutto per superare la fase difficile post pandemica ed essere così in grado di sostenere il nuovo futuro legato all’e-commerce e alle rotte previste dalla gara indetta dalla Regione».

All’indomani delle dichiarazioni dell’assessore Aguzzi, il personale di Aerdorica s.p.a. aveva preso atto con favore della volontà della Regione Marche di riaprire il confronto con le organizzazioni sindacali. «Si precisa però, per massima chiarezza e trasparenza, che la procedura di licenziamento collettivo avviata il 27 dicembre 2019 e conclusasi con verbale di accordo dell’8 aprile 2020 (sottoscritto solo congiuntamente a Cgil, Cisl, Uil e la Regione Marche) non ha ancora trovato esecuzione – per quanto di competenza della scrivente – esclusivamente a causa del blocco dei licenziamenti a tutti noto.- c’era scritto nella nota ufficiale – Aerdorica s.p.a. non è, invece, a conoscenza dell’eventuale sottoscrizione del protocollo che la Regione Marche e le citate Organizzazioni Sindacali si erano dichiarate disponibili a sottoscrivere in ordine agli eventuali esuberi, tuttavia confidando che le Parti coinvolte possano addivenire a proficui accordi nell’esclusivo interesse della popolazione aziendale coinvolta nella citata procedura».

Aguzzi su Aerdorica: «Riaprire il tavolo con sindacati e dirigenza»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X