facebook rss

Start up innovative,
il consiglio regionale
approva la legge

ANCONA - Via libera all’unanimità alla normativa che contiene misure di sostegno alle nuove progettualità digitali e innovative. Incoraggiati l’evoluzione e il rafforzamento del sistema economico regionale
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Putzu

 

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la proposta di legge, ad iniziativa della Giunta regionale, in materia di sviluppo della comunità delle Start up innovative. Tra le finalità del provvedimento quelle di sostenere l’avvio delle nuove progettualità e l’imprenditoria emergente ad elevato potenziale digitale, ma anche rafforzare l’ecosistema innovativo regionale già esistente, nonché i luoghi stessi dell’innovazione, dando visibilità all’intera comunità degli incubatori e acceleratori e promuovendo la struttura di rete. Ulteriori obiettivi della norma regionale sono quelli della promozione della ricerca nel settore digitale, dell’attrazione delle start up di successo da altre regioni, dello sviluppo della digitalizzazione, con applicazione anche in ambiti quali l’ambiente e la cultura, e della creazione di nuove opportunità di lavoro. Proprio attraverso le nuove occasioni di lavoro in territorio regionale e il ricambio generazionale si punta ad ottenere la ricaduta positiva della permanenza di tanti giovani, adeguatamente formati, nella regione. Nell’articolato normativo anche una parte dedicata alla formazione, anche manageriale, per l’affermazione e la diffusione di una vera e propria cultura dell’innovazione e la previsione di misure atte a sostenere le start up nei processi di internazionalizzazione, promozione di nuove partnership e espansione su mercati esteri.

Soddisfazione per l’approvazione della legge, integrata in Aula da alcuni  emendamenti bipartisan, è stata espressa dal Presidente della Commissione Sviluppo economico, Andrea Putzu (FdI) e dai due relatori sul provvedimento, i consiglieri Marco Ausili (FdI) per la maggioranza, e Manuela Bora (Pd) per la minoranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X