facebook rss

Botte e insulti all’anziana madre:
50enne finisce in carcere

ANCONA - La donna è stata arrestata dalla polizia ieri pomeriggio con l'accusa di maltrattamenti in famiglia dopo la richiesta di aiuto da parte della vittima, colpita a un braccio nel corso di una discussione
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

Botte, insulti e offese all’anziana madre: arrestata per maltrattamenti in famiglia una 50enne anconetana. La donna è stata ammanettata ieri pomeriggio dalle Volanti della questura e portata nel carcere di Villa Fastiggi, a Pesaro. A lanciare l’allarme è stata la vittima. Al 113 ha raccontato di aver bisogno di aiuto dopo la discussione avuta con la figlia convivente. Arrivate sul posto le Volanti, hanno trovato l’anziana tremolante e la 50enne in camera. La madre ha raccontato ai poliziotti che per futili motivi  la figlia poco prima si era arrabbiata e aveva iniziato ad offenderla, colpendola ad un braccio, facendo anche presente che quell’episodio era solo l’ultimo di una lunga serie di soprusi. Ha raccontato, quindi, di un pregresso fatto di violenze e maltrattamenti avvenuti tra le mura domestiche. Al termine degli accertamenti, la 50enne è stata arrestata e portata in carcere. Alla donna, con precedenti di polizia, erano stati già notificati dal poliziotti della Divisione Anticrimine due provvedimenti di ammonimento per atti persecutori. I poliziotti dell’Anticrimine dal primo gennaio ad oggi hanno notificato  sei ammonimenti,  attività questa che presuppone una particolare professionalità e sensibilità in quanto volta a tutelare soggetti deboli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X