facebook rss

Furto nel negozio Lacoste,
rubato il cellulare della commessa
«Ennesimo colpo subìto»

ANCONA - I ladri, due ragazzi, sono entrati nell'attività di piazza della Repubblica. Mentre uno si faceva mostrare una maglia in vendita, l'altro si è diretto al bancone riuscendo a prendere lo smartphone. Indagano i carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

Nel fotogramma: i due ladri sulla destra e la commessa al bancone, poco prima che si verificasse il furto«E’ successo martedì, quando in negozio non ero presente io, ma la collega. Due ragazzi sono entrati e mentre uno chiedeva di guardare un capo di abbigliamento, l’altro si è avvicinato alla cassa e, cercando di non farsi vedere, ha rubato un cellulare».
La scena del furto, messo a segno nella Boutique Lacoste di piazza della Repubblica, è stata però «ripresa dalle videocamere della sorveglianza interna» conclude la titolare, Silvia Sampaolesi.
Nel filmato si vedono i due ragazzi che entrano dopodiché, quello vestito di bianco, richiama l’attenzione della commessa per vedere una maglia che si trovava in uno degli scaffali. La donna è di spalle alla cassa e nel frattempo il complice, vestito di nero, si avvicina al bancone per allungare la mano e prendere il cellulare che vi era appoggiato sopra, di proprietà della commessa.
Il tutto è durato pochi istanti.
Successivamente i due si vedono mentre si allontanano, uscendo dal negozio, senza aver effettuato alcun acquisto.
«E’ l’ennesimo furto che subiamo – prosegue -. Siamo quindi andati dai carabinieri per consegnare il filmato e sporgere denuncia. In questo periodo, per rispettare le norme anti Covid, solo una persona sta in negozio».
Sull’identità dei due ragazzi, che non si sa se siano minorenni o meno, cercheranno di risalire i militari dell’Arma.
Appena lo scorso luglio, due donne erano entrate sempre nel negozio per poi infilare, all’interno delle borse che avevano con loro, diversi capi di abbigliamento. “L’ingordigia” delle due ladre venne notata dalla commessa che riuscì però, in quell’occasione, a bloccarle e a recuperare tutta la merce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X