Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Impennata di contagi nel Piceno
Nadia Storti: «Vaccini subito,
a settembre potrebbe essere tardi»

COVID- Il direttore dell’Asur Marche stamattina ad Ascoli insieme con l'assessore regionale Saltamartini per ascoltare i sindaci sul riassetto della Sanità locale, non nasconde la preoccupazione per il focolaio sviluppato in Riviera e invia un messaggio ai giovani: «Siate responsabili verso le persone più fragili» - VIDEO

 

Nadia Storti

«La situazione è sotto controllo ma certo c’è preoccupazione perché da quello del Piceno potrebbero avviarsi altri focolai di contagio nella  nostra regione. Il dipartimento Prevenzione dell’Asur ha comunque fatto tutto il tracciamento dei contatti. Anche se i sintomi sono banali,  non dobbiamo pensare che sia utile spostare la vaccinazione a settembre, perchè  c’è la variante Delta e potrebbe essere troppo tardi. Vorrei mandare un messaggio ai ragazzi: siate responsabili verso le persone più fragili. Purtroppo siamo ancora lontani  dall’immunità di gregge». Lo ha detto Nadia Storti, dg dell’Asur Marche stamattina ad Ascoli Piceno dove si è recata insieme all’assessore regionale Saltamartini per ascoltare i sindaci sul riassetto della Sanità locale. Non ha nascosto la preoccupazione per il focolaio che si è sviluppato in Riviera e ancora una volta a lanciato un monito invitato i marchigiani che ancora non l’hanno fatto a sottoposti alla inoculazione del siero anti-Covid.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X