facebook rss

Manifesto no vax a Senigallia,
Silvestri: «Tristezza e vergogna»

COVID - Il direttore del Dipartimento di Patologia generale e medicina di laboratorio alla Emory University di Atlanta, cresciuto nella città della spiaggia di velluto, con un post ha commentato l'iniziativa di un gruppo di cittadini schierati contro il green pass e il siero anti SarsCov2: «Se volevano darmi un dispiacere, ci sono riusciti»
Print Friendly, PDF & Email

Il manifesto apparso nei pressi dell’ospedale di Senigallia

«Tristezza. Questo manifesto è apparso sulle mura dell’Ospedale di Senigallia, proprio a pochi metri dalla casa dove abitavano i miei genitori. Se questi “Liberi Cittadini” che lo hanno fatto affiggere volevano darmi un dispiacere, beh, sappiano che ci sono perfettamente riusciti (anche se mi rendo conto che i motivi di questa azione siano, ovviamente, ben più complessi). Comunque sia, per come la vedo io, questa gente dovrebbe solo vergognarsi a pubblicare certa roba».

Il prof. Guido Silvestri

E’ il tenore del post social pubblicato in mattinata dal professor Guido Silvestri,  direttore del Dipartimento di Patologia generale e medicina di laboratorio alla Emory University di Atlanta, cresciuto a Senigallia. Il manifesto a cui si riferisce il virologo (insignito anche del Picchio d’oro) è apparso, assieme a tanti altri, nei giorni scorsi a Senigallia, Osimo e Ancona. Si tratta dell’iniziativa di un gruppo di cittadini contro il green pass e i vaccini anti Covid, giudicati «un esperimento di massa: non escludono l’infezione personale e la diffusione. Possono causare eventi gravissimi e la morte». In sostanza: «No a qualsiasi obbligo vaccinale e sperimentale. La salute è da salvaguardare, non possiamo sperimentare perchè non siamo cavie da laboratorio».

(Redazione CA)

A Silvestri il Picchio d’Oro 2020: «Scienza, ricerca e medicina sono le mie passioni»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X