facebook rss

Un milione di file pedopornografici
raccolti per 20 anni:
arrestato un musicista 49enne

ANCONA - La polizia Postale ha avviato le indagini su una serie di segnalazioni inviate da un organismo internazionale arrestando l'uomo in flagranza di reato
Print Friendly, PDF & Email

L’uomo aveva raccolto immagini e video pedopornografiche

Oltre 1.000.000 di files e video pedopornografici, dove vi erano ritratti minori tra i 6 e i 13 anni coinvolti in atti sessuali con adulti.
A seguito di una indagine, la Polizia Postale di Ancona ha arrestato un 49enne della provincia anconetana colto nella flagranza del reato di detenzione di materiale pedopornografico.
L’enorme numero di materiale è stato trovato dagli investigatori nel corso di una perquisizione locale ed informatica delegata al Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Ancona dalla locale Procura della Repubblica.
L’indagine, coordinata dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online, ha trovato la propria fonte nella segnalazione presentata da un organismo internazionale.
Gli accertamenti investigativi svolti dalla Polizia Postale di Ancona hanno consentito di correlare altre 8 segnalazioni e di identificare l’uomo, un musicista incensurato.
Gli accertamenti hanno permesso di riscontrare anche che in passato l’uomo aveva dato lezioni anche a ragazzi minori senza che però siano emersi comportamenti a loro danno.
I file venivano conservati all’interno di vari hard disk, supporti ottici ed uno smartphone, dove erano minuziosamente suddivisi in diverse cartelle ordinate per tipologia di foto, video e età delle vittime.
L’analisi del materiale ha permesso di accertare che la raccolta delle foto e dei video durava da 20 anni.
L’arresto in flagranza, operato dalla squadra anti pedo pornografia on-line del Compartimento di Ancona, ha visto la convalida del Gip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X