facebook rss

Univpm, 30 studenti si sfidano
alle Olimpiadi delle Neuroscienze

ANCONA - Provengono da istituti superiori di Pesaro, Senigallia, Jesi, Ancona, Fabriano e venerdì prossimo alla Facoltà di Medicina e Chirurgia parteciperanno alla fase regionale della selezione italiana della competizione internazionale. Le finali il 9 e 10 maggio a Napoli
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Venerdì prossimo, 18 marzo, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Politecnica delle Marche si svolgerà la fase regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze 2022. L’evento, coordinato per le Marche da Fiorenzo Conti, Giorgia Fattorini e Marcello Melone, rappresenta la fase regionale della selezione italiana (organizzata dalla Società Italiana di Neuroscienze Sins)  della International Brain Bee, una competizione internazionale rivolta agli studenti degli istituti superiori nel campo delle Neuroscienze. Le Olimpiadi nascono negli Stati Uniti nel 1998 e attualmente coinvolgono più di 50 Paesi in tutto il mondo. L’Italia partecipa alla competizione internazionale dal 2010 e sul territorio nazionale l’iniziativa ha riscosso un progressivo successo di partecipazione fino ad arrivare nell’edizione del 2019 a 18 regioni, con oltre 220 scuole e 5500 studenti partecipanti. Inoltre, le Olimpiadi delle Neuroscienze sono ad oggi inserite nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze del Ministero Istruzione Università e Ricerca (Miur). Sono 30 gli studenti e le studentesse che parteciperanno alla fase regionale venerdì 18 marzo, in Aula Montessori, a partire dalle ore 9, alla Facoltà di Medicina e Chirurgia, provenienti da diverse scuole di Pesaro, Senigallia, Jesi, Ancona, Fabriano.

Durante le diverse fasi (locale, regionale, nazionale e internazionale) della competizione, i partecipanti si cimentano su diversi argomenti di Neuroscienze quali: la neurofisiologia cellulare, le funzioni cognitive, le emozioni, lo stress, la plasticità cerebrale, l’invecchiamento, il sonno e le malattie del sistema nervoso. Lo scopo principale della iniziativa è accrescere fra i giovani l’interesse per lo studio della struttura e del funzionamento del cervello umano oltre ad attrarre potenziali giovani talenti nei settori delle Neuroscienze sperimentali e cliniche. La fase regionale che segue la fase locale svoltasi il 18 Febbraio in sette istituti del territorio regionale, consentirà di individuare i tre vincitori che rappresenteranno la regione Marche alla fase nazionale delle Olimpiadi, che avrà luogo a Napoli il 9-10 maggio 2022.

Per rimarcare il senso più ampio dell’iniziativa e cioè quello di valorizzare l’interesse per la conoscenza nell’ambito delle Neuroscienze, durante lo svolgimento della prova regionale presso l’aula Montessori, i giovani allievi potranno assistere a un seminario di Neuroscienze tenuto dal professore Fiorenzo Conti dal titolo “Le formiche nel cervello”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X