facebook rss

Seminari formativi autonomie territoriali,
secondo ciclo in programmazione

SENIGALLIA - Si è chiusa con successo di partecipazione la prima edizione degli appuntamenti istruttivi rivolti agli amministratori locali, ai funzionari della pubblica amministrazione, ai professionisti e alla cittadinanza, tenuti da Stefano Villamena, ordinario della cattedra in Diritto Amministrativo al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Unimc
Print Friendly, PDF & Email

da sin. Massimo Bello e Stefano Villamena

 

A Senigallia si è concluso venerdì scorso il primo ciclo di seminari formativi promossi dalla presidenza del Consiglio comunale e dall’Ufficio del sindaco sul sistema e le fonti del diritto nelle autonomie territoriali. Appuntamenti istruttivi rivolti agli amministratori locali, ai funzionari della pubblica amministrazione, ai professionisti e alla cittadinanza. Tre i temi complessivamente affrontati in questa prima edizione: la direttiva Bolkestein dopo le pronunce dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato del 2021; i “diritti” di accesso agli atti pubblici e il diritto di accesso del Consigliere comunale; il reato di abuso d’ufficio dopo la riforma del 2020 nell’ambito dell’interpretazione della disciplina, delle sue prime applicazioni giurisprudenziali e delle precauzioni per l’uso a tutela dei funzionari e degli amministratori pubblici. Tre seminari partecipati da tutti gli angoli della Regione, svolti in presenza e in videoconferenza, che hanno avuto anche il patrocinio dell’Assemblea legislativa delle Marche, dell’Aiccre e dell’Anci Marche, e dell’Ordine degli Avvocati di Ancona, che al riguardo ha riconosciuto agli eventi dei crediti formativi.

Il ciclo dei seminari è stato coordinato dal presidente del Consiglio e vice presidente vicario dell’Aiccre Marche, Massimo Bello, e ha avuto, quale relatore d’eccellenza, il prof. Stefano Villamena, ordinario della cattedra in Diritto Amministrativo al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Macerata, esperto anche di Diritto degli enti locali e autore di numerose pubblicazioni scientifiche al riguardo. «Abbiamo registrato un’attenzione e un interesse particolari per questa prima edizione – ha commentato il presidente Bello – tale che ci ha indotto a programmarne una seconda edizione, che si terrà dopo la pausa estiva. Rimarremo sempre nell’ambito del diritto amministrativo – ha aggiunto Bello – e ci rivolgeremo sempre ad un target interessato a questi temi di natura giuridica: amministratori locali, dipendenti e funzionari pubblici, professionisti, ma anche cittadini, che desiderano informarsi e conoscere l’ente locale e l’istituzione pubblica».

«Nella seconda edizione, che sarà più ampia, tratteremo le recenti modifiche alla legge sul procedimento amministrativo e della semplificazione amministrativa, le tecniche di redazione dell’atto amministrativo e gli atti amministrativi non scritti, il ruolo del contratto collettivo integrato decentrato per l’efficienza amministrativa, il Piano triennale dei fabbisogni del personale (fra politica e amministrazione), le misure di prevenzione degli abusi amministrativi (regole essenziali a livello operativo), la legge anticorruzione». La seconda edizione del ciclo di seminari vedrà ancora la presenza del prof. Stefano Villamena dell’Università di Macerata quale relatore principale degli appuntamenti, di cui sarà data ampia pubblicità e puntuale informazione per potervi aderire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X