facebook rss

Caldo record ad Ancona,
allerta da ‘bollino rosso’

IL BOLLETTINO del Ministero della Salute prevede per domani nel capoluogo di regione un picco di ondate di calore con livelli critici di afa e temperature fino a 31 gradi percepiti come 33. Circolare agli enti del prefetto per prevenire gli incendi boschivi
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

Temperature da record ad Ancona, una delle 5 città italiane con Bologna, Bolzano, Firenze e Perugia, indicate da domani, giovedì 23 giugno nel bollettino del ministero della Salute con il ‘bollino rosso’ a causa anche dei livelli critici di afa. Per ‘allerta di livello 3′ le temperature massime stimate per domani nel capoluogo di regione toccheranno i 31 gradi, 33 percepiti anche se nella giornata di oggi un po’ di nuvolosità ha attenuato gli effetti del sole. Il ‘bollino rosso’ indica un livello massimo di allerta per le ondate di calore per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione. Condizioni meteo-climatiche che rappresentano un rischio per la salute dei soggetti più fragili e che nella morsa del caldo torrido facilitano anche l’accensione e la diffusione di incendi.

In quest’ottica e in vista della bella stagione il prefetto di Ancona, Darco Pellos, nel perseguire una azione di costante sensibilizzazione nei confronti del tema della salvaguardia dell’ambiente che può essere minacciato soprattutto dagli incendi boschivi, ha indirizzato al presidente della Provincia, ai sindaci, all’Anas e a Rete Ferroviaria Italiana una circolare affinché siano condotte, da parte degli enti competenti, iniziative volte a mantenere pulite le cunette e le pertinenze stradali che, se non adeguatamente mantenute, possono favorire l’innesco e il propagarsi del fuoco.

Il prefetto di Ancona, Darco Pellos

In questo senso è stata inoltre richiamata la necessità che i proprietari dei fondi agricoli, i responsabili dei cantieri edili e stradali e i gestori di strutture turistiche, artigianali e commerciali, mantengano in buono stato di manutenzione i propri terreni e le aree affinché vengano adottare tutte le cautele del caso finalizzate alla salvaguardia dei beni e all’incolumità delle persone. Viene, altresì, richiesto a tutti i cittadini di segnalare al Numero Unico Emergenza 112 ogni principio di incendio al fine di salvaguardare il patrimonio ambientale della provincia, assicurando anche tempestivi interventi di soccorso alla popolazione.

 

Ondate di calore, condizionatori portatili disponibili per gli anziani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X