facebook rss

Il M5S apre ad ‘Altra Idea di Città’,
«ma individuiamo un candidato sindaco
che non rappresenti una singola posizione»

ANCONA 2023 - Lo sostiene la consigliera comunale Daniela Diomedi dando voce al Gruppo consiliare pentastellato dopo l'invito al dialogo offerto da Francesco Rubini (Aic) in vista delle elezioni comunali. «Su questa linea restiamo pronti a collaborare attivamente con quanti – singoli e gruppi – abbiano davvero a cuore il benessere di Ancona»
Print Friendly, PDF & Email

Daniela Diomedi

 

«La giunta Mancinelli si avvia stancamente alla fine del mandato , tentando di garantire la continuità con la candidatura del suo assessore Simonella. L’intero Pd locale – a prescindere dalla situazione nazionale – non mostra alcuna volontà di rinnovamento, e si avvia ad elezioni proponendo figure che, a livello provinciale e comunale, hanno contribuito a determinare le sue scelte fino ad ora. Il Movimento 5 Stelle di Ancona, preso atto della gravità della situazione in cui versa oggi la città, ha invece avviato da mesi un confronto con le forze civiche interessate ad un governo in reale discontinuità col passato». Il commento arriva dalla consigliera comunale Daniela Diomedi dando voce al Gruppo consiliare M5S Ancona dopo l’apertura per un dialogo costruttivo offerta da Francesco Rubini, candidato sindaco di ‘Altra Idea di Città’ in vista della Comunali 2023.

«Come di consueto – prosegue la nota del M5S – viene considerata prioritaria la definizione del programma, rispetto alla designazione dei singoli nomi ed in questo contesto qli obiettivi principali per il benessere dei cittadini sono ritenuti essere, tra gli altri: il miglioramento della qualità dell’aria (attraverso un efficace controllo delle emissioni ed il censimento e lo sviluppo del patrimonio arboreo); la razionalizzazione della viabilità cittadina (che preveda la riapertura stazione marittima e la effettiva realizzazione – dopo anni di vuoti proclami – dell’uscita dal porto); lo sviluppo ecocompatibile del territorio (privilegiando recupero e riutilizzo dell’esistente rispetto al nuovo consumo di territorio); la creazione dell’Area Marina Protetta, sulla base di un serio confronto con tutte le forze sociali interessate; una maggiore attenzione ai più deboli, che comprenda l’utilizzo del Reddito di Cittadinanza per un reale reinserimento di forza lavoro a favore della città; un reale ascolto delle istanze del territorio, da quelle relative al decoro alle richieste di sicurezza».

Daniela Diomedi aggiunge che il confronto, partito sin da maggio scorso, «si è sviluppato attraverso vari incontri con rappresentanti di comitati e liste civiche, tra cui “Altra Idea di Città”, forza con la quale si sono condivise negli ultimi anni molte battaglie su questi temi in Consiglio comunale. In tutti questi colloqui si è comunque evidenziata l’opportunità di individuare un candidato sindaco comune, di altro profilo, che non rappresenti una singola posizione bensì l’insieme di queste istanze e possa pertanto essere espressione di tutte le forze riunite attorno al programma. Su questa linea – conclude il comunicato – restiamo pronti a collaborare attivamente con quanti – singoli e gruppi – abbiano davvero a cuore il benessere di Ancona».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X