facebook rss

Comune e città si preparano
all’accoglienza dei naufraghi
«Faremo la nostra parte, come sempre»

ANCONA - Le operazioni di sbarco, identificazione e accertamento sanitario che si svolgeranno a bordo delle navi e sulla banchina 22 del porto, sono in corso di organizzazione e cura sotto la direzione del ministero degli Interni attraverso la prefettura dorica. La sindaca Valeria Mancinelli: «Le notizie che abbiamo sono quelle date dal prefetto» (VIDEO)
Print Friendly, PDF & Email
Migranti ad Ancona, il sindaco Valeria Mancinelli: «Faremo la nostra parte»

di Antonio Bomba

«Abbiamo preso atto che il Governo Meloni ha assegnato ad Ancona lo sbarco di due navi con profughi a bordo, anche minori. Le operazioni di sbarco saranno coordinate dal ministero degli Interni e dalla Prefettura che si è subito attivata. Come Comune e come comunità cittadina faremo la nostra parte, come sempre».

La sindaca Valeria Mancinelli

Parla così Valeria Mancinelli, sindaca di Ancona, mentre con il resto della Giunta organizza il da farsi per decidere come la città di Ancona, testuali parole sue, dovrà fare la propria parte nell’accoglienza dei 110 migranti distribuiti tra le navi Geo Barents, 37, e Ocean Viking, 73. Ore frenetiche segnate da qualche conferma e tante smentite. Si vive al momento con notizie che si inseguono e susseguono salvo poi venir smentite dall’avanzare degli eventi. Telefoni roventi che squillano di continuo e che costringono piani fatti ad essere rimodulati se non addirittura disfatti del tutto. Una giornata quantomai frenetica, decisamente diversa da molte altre vissute dalla giunta tutta in questi 9 anni di amministrazione. Gli occhi di tutta Italia sono d’altra parte sulla città di Ancona, il suo porto e tutte le relative autorità locali. Ci sta.
Così, in un videomessaggio inviato agli organi di stampa, la sindaca decide di parlare, facendo il punto della situazione alle 12 di oggi, 9 gennaio 2023, fornendo tutte le notizie ed i particolari di cui è a conoscenza. Eppure, nonostante ciò, non fornisce dettagli sui quesiti più importanti e stringenti che ognuno di noi si pone. Ed il motivo è abbastanza semplice: il ministero degli Interni che gestisce il tutto non ha ancora comunicato nulla in merito al primo alloggio dei richiedenti asilo, tantomeno se saranno redistribuiti subito o in un secondo momento e chissà dove.
«Le notizie che abbiamo – inizia così il video della sindaca – sono quelle date dal prefetto. Una nave (la Ocean Viking, ndr) arriverà domani alle 19, l’altra (la Geo Barents, ndr) dopodomani alle 11 circa» (Giorni e orari di arrivo indicati per entrambe le imbarcazioni sono quelli ufficiali all’ora della registrazione del filmato, ma in realtà potrebbero cambiare in base alle condizioni del tempo e del mare stesso, si attende infatti a riguardo un comunicato ufficiale della capitaneria di porto, ndr). Per le prime operazioni – inizia a specificare Mancinelli – di sbarco, prima accoglienza, identificazione e accertamento sanitario che si svolgeranno a bordo delle navi e sulla banchina 22 del porto sono in corso di organizzazione e cura sotto la direzione del ministero degli Interni attraverso la prefettura di Ancona. Sulle operazioni di sbarco – apre una parentesi la prima cittadina di Ancona – occorre sempre essere attenti alle possibili variabili che possono intervenire, ma mi sento di dire che in base alle notizie che la prefettura ci ha dato non dovremmo avere particolari criticità».
Infine, come detto, i quesiti che tutti ci chiediamo, se li chiede anche lei senza avere al momento una risposta: «Sul dopo, cioè dove verranno destinate queste persone che sbarcheranno qui al porto di Ancona, siamo in attesa di notizie, come ci diceva lo stesso Prefetto, perché la destinazione di queste persone nell’ambito del sistema di accoglienza nazionale delle diverse strutture presenti sul territorio nazionale spetta al ministero degli Interni, cioè il Governo, che lo comunicherà attraverso la prefettura. Quindi siamo in attesa di notizie dal governo». Stop. Il video messaggio termina così.
Risulta pertanto impossibile ora come ora sapere se i migranti passeranno la prima notte in alcuni dei gazebo e nelle strutture che stanno venendo allestiti alla banchina 22, se verranno traslocati in qualche casetta prefabbricata sita chissà dove, ospitati in qualche struttura ricettiva, oppure portati subito in altre città tramite dei bus. Particolare interesse suscita poi la sorte che toccherà ai minori presenti sulle due navi Ong dato che di solito sono trattati in maniera differente rispetto agli adulti. A breve tuttavia il ministero degli Interni dovrà per forza di cose far sapere qualcosa al Prefetto e, a cascata, anche il Comune e tutti noi ne sapremo di più.

 

Migranti, sopralluogo di Aguzzi nell’hub di prima accoglienza (Video) «Non credo vengano gestiti tutti qui»

Accoglienza dei naufraghi salvati, via i lavori alla banchina 22 (Video)

«A bordo della Geo Barents migranti fuggiti dagli orrori dei centri di detenzione libici» (Video)

«Disumano prolungare il viaggio e la sofferenza dei naufraghi»

«Negato anche il trasbordo dei 73 naufraghi da Geo Barents a Ocean Viking»

La Ocean Viking salva 37 persone, la Geo Barents 73: assegnato il porto di Ancona

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X