facebook rss

Rotatoria di Osimo Stazione:
appalto lavori entro fine anno

OPERE PUBBLICHE - Firmata stamattina la convenzione tra Comune, Anas e Provincia di Ancona per l'opera più attesa dalla frazione più popolosa della città dei senza testa. Sarà finanziata in parte con gli introiti della vendita delle azioni Conerobus
martedì 17 gennaio 2017 - Ore 11:01
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Pugnaloni e la presidente Serrani, stamattina all’Anas

Firmata questa mattina la convenzione tra Comune di Osimo, Anas e Provincia di Ancona per la realizzazione della nuova rotatoria di Osimo Stazione. Un’opera molto attesa dalla frazione più popolosa di Osimo perchè contribuirà ad abbattere l’inquinamento da Pm 10 oltre che a fluidificare la circolazione stradale. Ad annunciare il primo imortante passaggio per la costruzione della rotonda sulla Ss 16 è stato il sindaco Simone Pugnaloni.

“La rotatoria di Osimo Stazione è sempre piu’ vicina – scrive in una nota il primo cittadino di Osimo– Oggi è partito l’iter amministrativo che permettera’ ad Anas di appaltare i lavori entro il 2017. Un grande augurio di buon lavoro al nuovo responsabile del coordinamento territoriale Anas per il centro Italia (Marche, Umbria, Toscana), ing. Raffaele Celia, e al responsabile Marche, ing. Testaguzza. Un sentito ringraziamento, inoltre, va alla presidente della Provincia di Ancona, Liana Serrani, per la sua disponibilitá e per aver contribuito al progetto”. La rotonda sarà finanziata dal Comune di Osimo con gli introiti della vendita delle azioni Conerobus, in parte destinati anche all’acquisto dell’area parcheggio per la scuola d’infanzia Passatempo. La vicenda dell’alienazione azionaria era stata risolta a settembre dal Consiglio di Stato.

La firma della convenzione tra i tre enti, Comune di Osimo, Provincia di Ancona e Anas

IL CONTENZIOSO SULLA VENDITA DELLE AZIONI CONEROBUS – Nel 2015 la Cotram Camerino si era aggiudicata con un’offerta di 436.447 euro l’asta pubblica per l’acquisto delle 289.038 azioni di Conerobus messe in vendita dal Comune di Osimo (pari al 2.33% del capitale sociale della spa). L’amministrazione Pugnaloni aveva annunciato di voler destinare l’incasso della vendita alla costruzione della rotatoria e del parcheggio.

Prima di decidere la gara, Osimo aveva però chiesto anche agli altri soci Conerobus se volessero esercitare il diritto di prelazione per acquistare le sue quote. Si erano fatte avanti la società Autolinee Sacsa srl e la Trasporti Fr. Bucci, intenzionate a comperare le azioni ma ad un prezzo stimato da un collegio peritale perchè quello messo a gara, senza preventiva valutazione, poteva essere pregiudizievole per loro. Il Comune aveva invece rigettato la richiesta ritenendo più opportuno, a tutela dell’interesse pubblico e per evitare danni erariali, aggiudicare le azione al prezzo più favorevole.

La gara era stata così vinta dalla ditta di Camerino e le autolinee Sacsa srl e Fr Bucci l’avevano impugnata davanti al Tar Marche. All’inizio del 2016 il Tar ha chiarito che la procedura seguita da Osimo era corretta, confermando come acquirente la Contram. La sentenza dei giudici amministrativi di Ancona è stata appellata in Consiglio di Stato e a fine estate 2016 il collegio romano ha confermato gli esiti di gara. Quando la vendita delle azioni potrà essere perfezionata e con le risorse in arrivo potranno partire i lavori per i due progetti.

(m.p.c.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X