facebook rss

Atletica, l’Anthropos organizza
i campionati italiani paralimpici

EVENTO - La società del presidente Nelio Piermattei sarà la grande protagonista di una tripla manifestazione prevista per il 25 e 26 marzo al Palaindoor e all'Italico Conti di Ancona. In programma la kermesse nazionale della Fisdir (federazione Italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali) e Fispes (federazione Italiana sport paralimpici e sperimentali) e gli Invernali di Lanci Fispes, validi anche come prima tappa della Coppa Italia
martedì 21 marzo 2017 - Ore 21:40
Print Friendly, PDF & Email

Assunta Legnante

Gli atleti paralimpici tornano a dominare la scena nel capoluogo. Nel weekend del 25 e il 26 marzo Ancona riaprirà le porte alle più importanti competizioni nazionali dello sport per atleti disabili. In programma una due giorni spettacolare con i Campionati Italiani Paralimpici di Atletica Indoor Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) e Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) al Palaindoor della Fidal regionale e i Campionati Invernali di Lanci Fispes, validi anche come prima tappa della Coppa Italia, nell’impianto sportivo comunale Italico Conti messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Ancona. Secondo una tradizione ormai radicata, si tratterà di una “tripla” kermesse organizzata dall’Associazione Sportiva e Culturale Anthropos di Civitanova con la collaborazione di Fidal Marche, Protezione Civile e Anpas, supporto delle Federazioni e del CIP Regionale e di altri volontari, con il patrocinio dell’amministrazione comunale dorica, della Provincia di Ancona e della Regione Marche. Si prevedono almeno 50 società sportive coinvolte con più 200 atleti in gara. L’Anthropos, associazione d’elite nazionale e internazionale per quanto concerne l’atletica paralimpica (nelle sue fila militano la campionessa paralimpica Assunta Legnante, il pluricampione del mondo e campione europeo ipc Ruud Koutiki e altri atleti di interesse nazionale) si presenterà ai blocchi di partenza con 19 atleti (10 per la Fispes e 9 per la Fisdir).

Da sinistra: Pacetti, Scorzoso, Guidotti, Piermattei, Paolozzi e Sturani

LA CONFERENZA INAUGURALE –  La Sala Giunta del Comune di Ancona ha ospitato la conferenza inaugurale dell’evento, giunto alla dodicesima edizione. Numerose le testimonianze di autorità istituzionali e rappresentanti sportivi d’eccellenza. A portare i saluti del sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e a fare gli onori di casa ci ha pensato l’assessore allo Sport Andrea Guidotti, che ha ricordato l’importanza per la città del Palaindoor e dell’Italico Conti, ma soprattutto di eventi di caratura nazionale come la «kermesse portata dal presidente dell’Anthropos Nelio Piermattei, un uomo di sport che non conosce ostacoli e una fucina inesauribile di idee valide». Proprio Piermattei, presente come massimo rappresentante dell’Anthropos, ma anche in veste di vicepresidente federale Fisdir, ha ricordato l’efficienza della macchina organizzativa collaudata rendendo merito anche ai 40 volontari, agli altri enti, le federazioni e a tutte le figure che contribuiscono al successo di una manifestazione dai grandi numeri. «In lizza avremo 26 società Fispes con 105 tesserati e 23 sodalizi Fisdir con 97 atleti – ha spiegato l’anima dell’evento -. Tra i big in gara Martina Caironi, le stelle dell’Anthropos, Assunta Legnante e Ruud Koutiki, reduci dalle Paralimpiadi di Rio e tanti altri. Sarà una festa suggellata dal Gruppo bandistico per la cerimonia inaugurale di sabato alle 15.00 e da prove collaterali dimostrative dei nostri giovani».

Ruud Koutiki

Sull’importanza di convogliare l’interesse degli studenti ha parlato Tarcisio Pacetti, referente del Mondo Scuola per il Cip Marche (Comitato Italiano Paralimpico): «In futuro sarebbe bello estendere al sabato mattina le prove – il suo appello -. Mi rivolgo a tutti i presenti chiedendo di investire tutte le vostre energie in questo evento». Fresco di nomina, il fiduciario del Coni di Ancona (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), già presidente regionale della Federazione cronometristi, Paolo Paolozzi ha sottolineato l’intesa tra Cip e Coni, esprimendo la propria «soddisfazione di esordire alla vigilia dei campionati Fisdir e Fispes» e ricordando ai presenti lo spirito alla base delle competizioni paralimpiche. Un plauso è arrivato anche dalla Regione, tramite Fabio Sturani, responsabile della segreteria del presidente regionale Luca Ceriscioli: «Dodici anni di Palaindoor e dodici anni di Campionati Paralimpici Indoor ad Ancona – le sue prime parole -. Una vetrina per tanti ragazzi impegnati nello sport. Tra l’altro, stiamo entrando in una nuova fase perché il Cip è diventato Ente di Diritto Pubblico. La Regione ribadisce l’appoggio all’attività paralimpica prevista all’interno della legge regionale per lo sport e, inoltre, la manifestazione dell’Anthropos è stata inserita nella lista dei grandi eventi delle Marche». Una vita per l’atletica costellata di intuizioni azzeccate per il presidente della Fidal Marche (Federazione Italiana di Atletica Leggera) Giuseppe Scorzoso, anche vicepresidente del Coni Marche che ha chiuso la tavola rotonda con un discorso improntato sulla progettualità e il coinvolgimento dei giovani con riferimenti al modello Anthropos: «Dovremo avere un’attenzione particolare per il movimento giovanile e continuare a lavorare all’unisono con le federazioni paralimpiche come se fossimo un unico organismo. La programmazione dell’Anthropos di Civitanova ha contribuito a rinsaldare il legame con la Fidal. Sempre più giovani devono essere coinvolti al Palaindoor facendo leva sulle scuole in modo programmatico».



Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X