facebook rss

Loggiato, mercato coperto
e pinacoteca di San Silvestro:
tre interventi per il centro storico

OSIMO - Ripartono i cantieri dentro le mura: la prima opera ad essere completata sarà la pavimentazione in vetro sotto le logge di piazza Boccolino per rendere visibili gli scavi archeologici
Print Friendly, PDF & Email

Gli scavi archeologici sotto il loggiato comunale di Osimo

Osimo, Piazza San Francesco con il mercato dell’erbe

Tre progetti prenderanno vita quest’anno per il centro storico di Osimo. Se la torre civica è ancora imbragata nelle impalcature, stanno per ripartire i lavori sotto il loggiato di palazzo comunale, in piazza Boccolino. “Manca solo il nulla osta della Soprintendenza e tra una decina di giorni dovrebbero riaprire il cantiere” annuncia il sindaco Simone Pugnaloni. Una ditta sponsor ‘piastrellerà’ di vetrate il pavimento per rendere visibili gli scavi archeologici (leggi l’articolo). Era il 21 maggio 2016 quando sono stati sospesi i lavori di restauro del loggiato comunale. Erano riaffiorati reperti, i resti di una chiesa alto medievale e la porzione di statua dell’imperatrice Plotina, moglie di Traiano, oltre a ossa umane.

Ma nell’elenco delle opere che porterà a termine l’amministrazione Pugnaloni nel 2017 c’è anche il completamento dell’intervento di restyling per la seconda ala del mercato coperto (leggi l’articolo). La prima trance del progetto con il rifacimento della copertura e la tinteggiatura del Mercato dell’Erbe di Osimo si era conclusa ad agosto 2016 ed era costata 90.000 euro. I lavori nella seconda ala dell’edificio sarebbero dovuti iniziare lo scorso autunno per un investimento simile a quello già sostenuto. C’è tutta l’intenzione di utilizzare e trasformare l’ampio locale del mercato coperto, una volta completati i lavori, in spazio ricreativo nelle ore serali con eventi culturali e ludico-ricreativi.

Via Pompeiana, sullo sfondo si intravede la chiesa di San Silvestro

Il terzo progetto quest’anno che prenderà corpo per la città dentro le mura è il restyling del centro culturale San Silvestro, destinato a trasformarsi nella pinacoteca comunale. “Fino ad oggi i ritardi registrati l’avvio del cantiere sono stati collegati ad un intervento di pulizia speciale di un tetto privato sporcato dal guano dei piccioni” ricorda il sindaco. L’adeguamento sismico di S.Silvestro, chiesa sconsacrata lesionata dal terremoto del 2009, era già stato finanziato nel bilancio 2016 con 371.000 euro, da completare con l’adeguamento anticendio per 100.000 euro, proprio nel 2017.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X