facebook rss

Claudia Rossi sfiora il podio
all’Alcatel J/70 Cup di Sanremo

VELA - La campionessa europea, tattico del suo Petite Terrible-Adria Ferries, si piazza al quarto posto. Evento difficile a causa delle condizioni meteo instabili. Rinuncia alla gara Alberto Rossi con il suo Enfant Terrible a causa di impegni di lavoro
martedì 2 Maggio 2017 - Ore 20:47
Print Friendly, PDF & Email

Petite Terrible

 

Sfiora il podio all’Alcatel J/70 Cup di Sanremo la campionessa Claudia Rossi. Quarto posto per il suo Petite Terrible-Adria Ferries che si classifica con un totale di quattordici punti, lasciando dietro di sé cinquantotto imbarcazioni provenienti da quattordici Paesi del mondo. A vincere la frazione è stato Calvi Network di Carlo Alberini. Si è concluso così oggi (2 maggio) dopo tre giorni, ma con sole due regate portate a termine e valide ai fini della scoreline, il primo evento della stagione Alcatel J/70 Cup, ospitato dallo Yacht Club Sanremo in collaborazione con J/70 Italian Class (leggi l’articolo). Evento caratterizzato da condizioni meteo instabili che hanno reso difficile il disputarsi delle gare. «Torniamo a casa con un po’ di amaro in bocca: sono convinta che oggi, in regime di brezza tesa, avremmo potuto dire la nostra relativamente alla lotta per il podio. Dal canto nostro abbiamo sperato sino all’ultimo nella disputa di una regata, tant’è che siamo tra gli ultimi a fare rientro all’ormeggio – ha commentato la campionessa europea Claudia Rossi – Sono comunque soddisfatta di come sono andate le cose per Petite Terrible-Adria Ferries: la stagione è molto lunga e partire con un risultato che ci vede a ridosso del podio rappresenta un’iniezione di fiducia non indifferente».

Nella prima giornata, la mancanza totale di vento ha costretto il Comitato di Regata ad issare l’Intelligenza e a non far disputare neppure una prova. Le condizioni sembravano analoghe nella mattina di domenica, tanto che gli equipaggi hanno atteso a lungo la rotazione del vento per poter disputare due prove nel tardo pomeriggio, prove in cui l’equipaggio di Petite Terrible-Adria Ferries ha guadagnato un quinto e un nono posto.

Un vero e proprio stravolgimento nella classifica sarebbe potuto arrivare oggi, ultimo giorno dell’evento, dal momento che gli equipaggi nella top-five erano tutti racchiusi in un margine di solo tredici punti. Ancora una volta, tuttavia, le condizioni meteorologiche, che hanno visto raffiche a 20 nodi alternarsi a momenti di calma totale, non hanno permesso il completamento di alcuna regata che potesse andare a modificare la precedente scoreline.

Data l’irrequietezza della flotta, molto decisa nelle fasi di partenza e quindi spesso oltre la starting line, il Comitato di Regata è stato portato ad avviare svariate procedure di partenza sotto bandiera Zulu, che conferisce una penalità a chi dovesse essere già oltre la linea prima della partenza, anziché con bandiera nera, la quale assegna invece un’immediata squalifica. Il susseguirsi di richiami generali, tuttavia, unito ai frequenti e necessari riposizionamenti del percorso, ha portato al superamento del tempo limite e al rientro di tutte le barche in porto.

In preparazione verso l’Europeo di Southampton e il Mondiale di Porto Cervo, l’equipaggio di Petite Terrible-Adria Ferries – composto da Claudia Rossi, Michele Paoletti (tattico), Matteo Mason (trimmer) e Simone Spangaro (randista) – sarà impegnato nella prossima tappa del circuito Alcatel J/70 Cup, programmato alla Fraglia Vela Malcesine tra il 26 e il 28 maggio.

A Sanremo non ha invece regatato Enfant Terrible: l’armatore Alberto Rossi è stato infatti costretto a rinunciare al primo impegno sportivo della stagione a causa di improrogabili impegni lavorativi. L’Enfant Terrible Sailing Team avrà comunque modo di rifarsi a breve, dato che tra meno di due settimane è atteso con il Farr 40 alla Rolex Capri Sailing Week.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X