facebook rss

Tassa rifiuti, conto da 20 milioni
Il 16 maggio si paga

ANCONA – I bollettini stanno arrivando nelle case degli anconetani in questi giorni. Le riduzioni vanno chieste entro il 30 settembre in base al reddito Isee. Sconti al di sotto dei 25mila euro di reddito
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Stanno arrivando questi giorni a casa degli anconetani i bollettini per il pagamento della Tassa rifiuti. Primo acconto entro il 16 maggio, il saldo entro il 16 novembre. In tutto, un conto da 20 milioni di euro per famiglie e imprese. Bloccato dalle resistenze dei Comuni il progetto di azienda unica provinciale dei rifiuti, i risparmi promessi dalla riforma della società di rifiuti e la nuova tariffazione puntuale in base alla immondizia prodotta vengono ancora una volta posticipati. Si continua perciò a pagare in base alla metratura della casa, al numero di componenti familiari e per le imprese in base al tipo di attività. Il modello F24 della Tari si può pagare tramite banche, poste, tabaccai abilitati oppure da casa con conto corrente abilitato all’home banking via internet. Confermate le agevolazioni per i redditi sotto i 25mila euro Isee, ma vanno richieste all’ufficio di via dell’Artigianato. Sconti dal 10 % della tassa per le fasce tra 20mila e 25mila euro, riduzione del 25 % tra 10mila e 20mila euro, abbattimento del 50 % da 5mila a 10mila euro fino al massimo di 70 % in meno per i redditi al di sotto dei 5mila euro annui. Per ottenere la riduzione bisogna presentare la richiesta ad Ancona Entrate, con una copia della dichiarazione Isee, entro il 30 settembre.

Maggiori informazioni allo sportello al pubblico Ancona Entrate in via dell’Artigianato 4 oppure al numero verde 800.551.881 oppure al sito www.anconaentrate.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X