facebook rss

Osimo Estate 2017, metti una sera
a cena in piazza Boccolino
con Maria Grazia Cucinotta (Video)

CULTURA & TURISMO - La protagonista del film 'Il gatto & la luna' girato anche ad Osimo sarà la madrina della serata di beneficenza e solidarietà del 12 luglio pro terremotati. Tra le novità del cartellone estivo senza testa la tre giorni del “Premio Nazionale Otello Sarzi" con spettacoli per bambini e con 19 compagnie di teatro per ragazzi che si contenderanno l'ambito riconoscimento e che saranno giudicate anche da una giuria di 30 scolari
venerdì 30 Giugno 2017 - Ore 18:44
Print Friendly, PDF & Email
Le proposte culturali di 'Osimo estate 2017' raccontate dal vice sindaco Mauro Pellegrini

La conferenza di stamattina a Osimo per la presentazione del festival del teatro per ragazzi

Una cena di beneficenza, il prossimo 12 luglio in piazza Boccolino, per sostenere la Rete Museale dei Sibillini e i territori colpiti dal sisma. Alla conviviale parteciperà anche l’attrice Maria Grazia Cucinotta, protagonista del film ‘Il Gatto e la Luna’ (leggi l’articolo) e tutta la troupe del regista Lippolis e dell’attore-produttore Enzo Storico presto ad Osimo per girare le scene. Il casting del thriller poliziesco-sentimentale si è arricchito proprio ieri di altri attori amati dal pubblico, come Edy Angelillo e Philippe Leroy. Tutti possono partecipare (costo 20 euro) prenotando un posto a tavola per questa conviviale sotto le stelle contattando i numeri 800.228800 oppure 338 7253627. E’ una delle novità che riserva il cartellone delle manifestazioni estive della città dei senza testa quest’anno.

L’altro prestigioso appuntamento dell’estate senza testa oltre alla Coppa del mondo della Fisarmonica (leggi l’articolo), la  Coppa Pianisti, il ritorno di Vittorio Sgarbi (leggi l’articolo) sarà poi dedicato ai più piccoli e alle famiglie. La presentazione questa mattina in una conferenza stampa  nella Sala Vivarini in municipio. Il “Premio Nazionale Otello Sarzi”, intitolato al grande burattinaio di Reggio Emilia, per la prima volta ad Osimo, con “La Scena dei Piccoli” ed il “Festival Internazionale Teatro Ragazzi Marameo”. Ricchissimo il programma degli eventi che si svolgeranno nelle giornate dei prossimi 14-15-16 luglio: sono 19 le compagnie teatrali provenienti da tutta Italia che si esibiranno presso il Teatro La Nuova Fenice, il cortile di Palazzo Campana e l’atrio del palazzo comunale. Questi i componenti della giuria: Isabelle Roth, Marco Renzi, Marianna De Leoni, Anna Vellaccio, Claudio Rovagna, Renata Rebeschini, Mario Bianchi. Spazio anche alla “Giuria dei Bambini”, composta da 30 scolari delle III e V Primarie dell’Istituto Comprensivo Bruno da Osimo che affiancheranno gli esperti. Il costo del biglietto è ultra popolare: 3 euro per il singolo spettacolo, 5 per assistere al pacchetto dei 4 spettacoli proposti nel corso dell’intera giornata.

“Spettacoli studiati e concepiti come strumenti di crescita ed educazione per i ragazzi – ha detto il vice sindaco Mauro Pellegrini – l’amministrazione comunale è lieta di sostenere il teatro dei ragazzi in tutte le sue forme. Osimo si propone un po’ come la Sanremo del teatro dei ragazzi perchè hanno partecipato 51 compagnie da tutta Italia alle selezioni per entrare nella locandina del premio e solo 19 ce l’hanno fatta”. Presenti all’incontro stampa Claudio Rovagna e la professoressa Marianna De Leoni, dell’Associazione Specchi Sonori, ideatori nel 2014 de “La Scena dei Piccoli”, un progetto teatrale nato con l’obiettivo di diventare un osservatorio delle diverse tecniche e dei linguaggi che vengono utilizzati negli spettacoli teatrali dedicati ai bambini. Marco Renzi, direttore di Proscenio e del Festival Internazionale Marameo, anch’egli presente alla conferenza, ha voluto ricordare la figura di Otello Sarzi: “Un grande burattinaio che con il suo entusiasmo ha contribuito più di ogni altro a diffondere questo genere teatrale; il premio in suo onore, istituito nel 1995 quando era ancora in vita, era stato pensato per sostenere le giovani compagnie teatrali, una vetrina per farsi conoscere e per confrontarsi davanti ad una giuria qualificata”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X