facebook rss

Tuffo con i bimbi, rischia di annegare
Una 24enne salvata dai bagnini:
“Altri 30 secondi e sarebbe morta”

ANCONA - La ragazza è stato trasferita in codice rosso a Torrette con l'eliambulanza, i piccoli stanno bene. Gli operatori: "Sono stati spinti dalla corrente verso gli scogli, abbiamo sentito urla e pianti, è stato un miracolo"
sabato 29 Luglio 2017 - Ore 13:22
Print Friendly, PDF & Email

 

L’eliambulanza sulla spiaggia di Torrette per soccorrere la bagnante

 

 

di Federica Serfilippi

Erano andati a fare un tuffo per rinfrescarsi quando la corrente li ha spinti verso gli scogli, facendoli quasi annegare. Sono stati il coraggio e la prontezza di due bagnini di salvataggio della cooperativa Atlante a portare a riva una ragazza di 24 anni di origine slovena e due bambini (un maschio e una femmina) che verso le 12.30 erano entrati in acqua per fare il bagno sulla spiaggia libera di Torrette, poco distante dal punto dove domenica scorsa si era verificata una scena simile, con una mamma e i suoi due bambi salvati in extremis dalle onde. Questa mattina ad avere la peggio è stata la 24enne, soccorsa dall’eliambulanza. È stata portata via dai sanitari in stato di choc, ma cosciente.

Giuseppe Pelosi

«Altri 30 secondi in acqua e sarebbe morta. È stato un miracolo» ha detto il bagnino Antonio Fanfarillo, protagonista del salvataggio assieme al collega Giuseppe Pelosi che, per primo, si è tuffato in acqua. Praticamente illesi i due minori. Oltre al grande spavento non avrebbero subito lesioni, tanto che non sono stati trasportati all’ospedaletto. A prendersi cura dei piccoli ci hanno pensato il padre e un altro familiare, anche loro accorsi in aiuto del gruppetto in difficoltà. «Stavo sulla mia torretta – ha detto Pelosi  – quando ho iniziato a sentire in lontananza della urla e dei pianti. Ho individuato tre persone vicino alla scogliera, dove non si tocca, e mi sono subito diretto verso l’acqua. Prima ho corso, poi – dato che l’attrito con il mare era molto forte – ho deciso di tuffarmi per accelerare i tempi. Quando sono arrivato verso il terzetto, ho visto subito che la ragazza era quella più in difficoltà. Il bambino più piccolo stava piangendo ed era nel panico. Per fortuna, in mio supporto sono arrivati il collega con il pattino e i familiari della giovane. Con un lavoro di gruppo siamo riusciti a portare in salvo tutti». Nel frattempo che si completasse l’operazione, in spiaggia è atterrata l’eliambulanza e sono arrivati i mezzi inviati dal 118, un’ambulanza della Croce Rossa e una della Gialla. «La ragazza ha bevuto molta acqua – ha continuato Pelosi – ma è rimasta cosciente. Per i bambini, invece, nessun problema respiratorio». La 24enne è entrata in codice rosso a Torrette, ma non è in pericolo di vita. 

(Servizio aggiornato alle 16,30)

Antonio Fanfarillo

ancora un’immagine di Giuseppe Pelosi sulla spiaggia di Torrette

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X