facebook rss

Ponte crollato in A14:
al via l’ampliamento
della strada alternativa

CASTELFIDARDO - Domani partiranno i lavori sulla parallela alla Statale 16. Un intervento utile per decongestionare il traffico nella zona interessata dal cedimento del cavalcavia. L'intervento sarà finanziato da Autostrade Italia
lunedì 31 Luglio 2017 - Ore 18:12
Print Friendly, PDF & Email

Via Giolitti, ex via delle Industrie, nel tratto di Castelfidardo che sarà ampliato

Partono i lavori di ampliamento di via Giolitti, ex via delle Industrie, l’arteria che corre parallela alla Statale 16 di proprietà del Comune di Castelfidardo fino all’intersezione con via Agnelli (territorio di Osimo). Domani, 1 agosto, apre il cantiere che nel giro di una manciata di giorni porterà alla sistemazione urgente di una strada divenuta strategica per decongestionare il traffico nella zona interessata dal crollo del cavalcavia sull’autostrada A14 ma anche per liberare da volumi di traffico insostenibili la frazione di Osimo Stazione, soffocata dalla smog.

Il prefetto di Ancona con il sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani

“Nella pratica i lavori consistono nella ‘scarificazione’ delle banchine laterali – spiega il comune di Castelfdardo – per allargare la sede e nell’asfaltatura a regola d’arte con la posa in opera di uno strato di conglomerato bitumoso, di tipo binder per 1,2 km di lunghezza e cinque metri di larghezza. Via Giolitti sarà quindi percorribile a due corsie, grazie alla sistemazione delle banchine e del manto stradale. La circolazione rimarrà comunque interdetta ai mezzi superiori a 3,5 tonnellate”.

Il sindaco Roberto Ascani si era mosso immediatamente, dopo la caduta del ponte del 9 marzo scorso, valutando sia un intervento diretto del Comune , in completa autonomia e a proprie spese, sia coinvolgendo le autorità che insistono sul territorio, scrivendo già il 9 aprile a tutti gli enti interessati proponendo soluzioni concrete e rapide. “L’unica risposta positiva è arrivata dalla Società Autostrade – prosegue l’amministrazione comunale – che, dopo un lungo pressing, tramite la sua consociata Pavimental, si è impegnata a realizzare a suo totale carico questa opera progettata dal nostro ufficio tecnico, superando numerose lungaggini burocratiche, comprendendo il reale disagio del traffico locale, che gravita intorno ad una notevole area industrializzata”.

Il cavalcavia dell’A 14 crollato che interrompe via Giolitti sul territorio di Castelfidardo

 

“Finalmente riusciamo a dare una risposta concreta ad una situazione che, con la stagione estiva ed il flusso di turisti nella Riviera del Conero, rischia di diventare sempre più critica – aggiunge il sindaco Roberto Ascani -. In attesa del dissequestro del ponte, la sistemazione di via Giolitti offre una valida alternativa ad automobilisti, mezzi di soccorso e lavoratori costretti in questi mesi ad estenuanti code sotto il sole. Ringraziamo l’ingegnere Giovanni Scotto Lavina di Autostrade per l’Italia, con cui abbiamo instaurato una fattiva collaborazione per aver dato seguito all’impegno preso verbalmente nelle scorse settimane”. Sull’argomento si era mosso in maniera unitaria anche il Consiglio comunale di Castelfidardo, sollecitando una tempestiva soluzione.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X