facebook rss

Cantante trova portafogli
pieno di soldi e lo restituisce

OSIMO - E' successo verso le 13 di oggi all'ufficio postale di via De Gasperi. Angiolina Ricciardi ha riconsegnato ai funzionari il portamonete con 1900 euro, smarrito da un sirolese. La direttrice ha richiesto l'intervento dei carabinieri. "So che cosa si prova - racconta la 44enne protagonista del bel gesto- Anche io una volta l'ho perso ma nessuno me l'ha mai riconsegnato"
giovedì 10 agosto 2017 - Ore 14:54
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, Angy Ricciardi sorridente davanti all’ufficio postale di via De Gasperi

Non l’ha neanche sfiorata l’idea che quei 1900 euro, dimenticati da qualcuno su un banco dell’ufficio postale, l’avrebbero aiutata a sostenere le spese di casa. La cantante osimana di piano bar, Angiolina Ricciardi, in arte ‘Angy’, nel primo pomeriggio di oggi ha preso il portafogli che li conteneva e senza aprirlo, ha subito riferito del ritrovamento ad un funzionario delle Poste di via De Gasperi di Osimo. I dipendenti si sono complimentati con la donna per il suo gesto di onestà e dopo aver verificato la somma contenuta nel portamonete, verso le 13, la direttrice ha segnalato il fatto ai carabinieri di Osimo per  riconsegnare denaro ed effetti personali tramite loro al legittimo proprietario.

Dai documenti custoditi insieme ai soldi, i militari sono infatti risaliti alle generalità di chi li aveva smarriti, un sirolese di 38 anni. Le operazioni per riconsegnare il portamonete con l’ingente somma di denaro al legittimo proprietario sono iniziate subito nel primo pomeriggio. Quando ha ricevuto la telefonata dei carabinieri, il 38enne è trasalito. Non si era ancora accorto di aver dimenticato il portafogli da qualche parte, ed è andato di persona all’ufficio delle Poste di Osimo a riprenderlo “E’ successo anche a me di aver perso il portamonete con i soldi. Ma nessuno me lo ha mai restituito e so benissimo che cosa si prova.- racconta Angy Ricciardi, 44 anni – Quando ha visto quel portafogli abbandonato sul tavolo, vicino ai bollettini postali, ho immaginato immediatamente lo stato di disperazione di chi lo aveva smarrito e ho creduto che fosse giusto farglielo avere al più presto. Non ho pensato un istante di impossessarmi di quei soldi, sebbene in questo momento io sono una mamma separata con due figli che abita in una casa popolare. Ammetto, però, che mi farebbe piacere ricevere una telefonata di ringraziamento”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X